1 settembre 2008: giornata ecologica annuale

“Si apre qui uno spazio importante per l’im­pegno delle comunità ecclesiali: la dimen­sione educativa, che da sempre caratteriz­za la loro azione, oggi deve esprimersi an­che nella capacità di formare a comporta­menti sostenibili.
Si tratta, in particolare, di ridurre quei consumi che non sono real­mente necessari e di imparare a soddisfare in modo ragionevole i bisogni essenziali della vita individuale e sociale. In questa direzione, sarà possibile valorizzare in for­me nuove quella tradizione di essenzialità che caratterizza tante comunità religiose, facendola diventare pratica quotidiana per tutte le realtà cristiane.
È pure necessario promuovere un’attenzione per tutti quegli accorgimenti per la riduzione dell’impatto ambientale messi a disposizione dalla scienza e dalla tecnica, in campi quali la mobilità, il riscaldamento e l’illuminazio­ne. In generale, è fondamentale la cura per un uso efficiente dell’energia, come pure la valorizzazione di fonti energetiche rinno­vabili e pulite.”
(Messaggio della CEI per la terza giornata nazionale per la salvaguardia del creato 2008).