Accoglienza dei nuovi battezzati in duomo

accoglienza nuovi battezzatiDomenica 29 giugno, solennità dei santi Pietro e Paolo, sono state accolte in duomo alla messa delle 11.30, le famiglie con i bambini battezzati nel pomeriggio del 1° giugno. Con loro, in preparazione al Battesimo, ci eravamo dati tre appuntamenti: la celebrazione del rito il 1° giugno, l’incontro in famiglia con un catechista per la consegna del catechismo dei bambini e, a fine mese, l’accoglienza della comunità durante la messa domenicale. Erano presenti anche le famiglie dei battezzati il lunedì di Pasqua. La prima lettura, significativamente, parlava di Pietro in carcere liberato da un angelo. Per tutti, i catechisti battesimali avevano preparato la pagina del catechismo che racconta l’episodio parlando dell’angelo custode.

I bambini sono stati ricordati nella preghiera dei fedeli. Dopo la comunione , chiamati per nome, i genitori hanno ricevuto dai catechisti battesimali una piccola barca, simbolo della Chiesa con la lettera che segue. Il coro della parrocchia ha reso ancora più bella e gioiosa la celebrazione.

Parrocchia di Santa Maria delle Grazie

Duomo di San Donà

Cari genitori,

il tema della barca ci sembra indovinato per la festa dei santi Pietro e Paolo. Il primo, con il fratello Andrea, faceva il pescatore nel lago di Tiberiade e accolse più volte Gesù nella sua barca e con lui altri amici. Era un po’ la prima piccola Chiesa.

Il secondo, era un grande viaggiatore e nel libro degli Atti degli Apostoli si descrivono quattro viaggi, pieni di avventure, da una parte all’altra del Mediterraneo.

Tutti e due arrivarono a Roma con l’annuncio del vangelo e morirono martiri. Noi siamo loro riconoscenti per il dono della Fede. Oggi è anche la festa della Chiesa di Roma e siamo invitati a pregare per papa Francesco e ad aiutarlo nelle sue opere di carità.

La Chiesa, la Comunità cristiana, che ha accolto noi fin da piccoli e il 1° giugno anche i nuovi battezzati, viene paragonata ad una barca dove siamo saliti per diventare insieme pescatori, capaci di una buona pesca. C’è un “noi” forte in questa barca fatto di famiglie, padrini, madrine, nonni…..amici. Così Gesù ha voluto la sua Chiesa: una barca accogliente dove ci sono compiti e responsabilità diverse, dove ciascuno ha il suo remo. Ecco il significato dell’incontro di oggi nella celebrazione della messa accolti da altre famiglie, con tanti segni di festa.

Vi auguriamo di amare questa barca che è la Chiesa, nella certezza che altri, guardando a voi, sentiranno il bisogno di salirci.

Con un abbraccio grande a tutta la famiglia.

Renzo e Marina Rossetto, Francesco e Caterina Pavan, Marco e Francesca Buratto, Domenico ed Emilia Redigolo, Filippo e Cristina Saramin con don Paolo, don Matteo, don Emilio e il diacono Franco.

San Donà di Piave, 29 giugno 2014
Solennità dei Santi Pietro e Paolo