Alla Festa di San Pietro di 50 anni fa…

Prima S. Messa di P. Sergio Sorgon… Si tenne a San Donà la prima Messa solenne di p. Attilio di San Giuseppe, al secolo P. Sergio Sorgon, ordinato sacerdote nella Basilica di San Marco dal Patriarca Urbani il 30 marzo. In quel sabato 29 giugno 1963, festa di San Pietro, il novello sacerdote carmelitano scalzo, originario di Fiorentina, concelebrò nel Duomo assieme a mons. Angelo Dal Bo, assistito dai confratelli Alberto Tonetto, Marcello Sorgon e dall’altro cugino Gino Sorgon.

Predicò p. Emilio, superiore carmelitano: le sue parole, a distanza di anni e dopo la morte del missionario carmelitano, risuonano quasi di profezia... (clicca per ascoltare)

L’indomani, domenica 30 giugno, il card. G.B. Montini veniva incoronato Papa in Piazza San Pietro. Nello stesso giorno p. Sergio celebrò la sua prima Messa nella chiesa di Fiorentina, sua comunità natale, e ricordò alla predica la felice coincidenza.
Così come quella del superiore il giorno prima in Duomo, anche le parole di p. Sergio a Fiorentina ebbero il sapore della profezia: “Non ignoro che la mia missione sacerdotale, come ora conosce il momento della gioia, così in seguito e forse in misura più abbondante potrà assaporare il calice dell’amarezza. Con la forza però che umilmente imploro da Cristo, affronterò, se Lui lo vorrà, e berrò fino all’ultima goccia il calice dell’amarezza, fiducioso che anche il mio sacrificio, unito a quello di Cristo, sarà più fecondo e più utile alle anime“.

Cinque anni dopo p. Sergio Sorgon ricevette da Papa Paolo VI il crocifisso del mandato missionario. Partì quindi per il Madagascar nel giugno 1969 assieme a p. Gino Pizzuto (raggiunti poi da p. Angelo Doriguzzi): furono i pionieri delle missioni carmelitane in Madagascar.

Il crocifisso ritrovato
Crocifisso di P. Sergio SorgonCon gran suo rammarico, il crocifisso metallico ricevuto nel 1968 da Paolo VI per il mandato missionario fu perso da p. Sergio nel periodo del primo rientro in Italia, nel maggio-novembre 1974.
Il 28 maggio di quell’anno morì dopo lunga malattia mons. Angelo Dal Bo, parroco del Duomo di San Donà. Quando, dopo alcune settimane, mons. Bruno Gumiero fu nominato nuovo parroco, p. Sergio predisse ai familiari il gran bene pastorale che avrebbe attuato questo sacerdote, conosciuto nel periodo della formazione…
Dopo alcuni anni dalla morte di p. Sergio, assassinato da sicari presso Ambatoloana il 7 gennaio 1985, inaspettatamente e casualmente un suo confratello trovò nel cortile dell’Istituto carmelitano di Verona-Tombetta il crocifisso perduto: probabilmente era caduto a p. Sergio nelle operazioni di carico di un container da spedire alle missioni.
Marco Franzoi