Azione di grazia per la commemorazione del 25° anniversario della morte di P Sergio

Carissimo Padre Generale, Saverio Canistra
Carissimo Padre provinciale, Angelo Ragazzi
Carissima famiglia di Padre Sergio
Cari frati,

Stiamo ancora vivendo la grandissima gioia di aver celebrato con voi il quarantesimo anniversario della fondazione della missione in Madagascar. E questa gioia continua a fare scaturire in noi un’azione di grazie al Signore per la sua bontà, e per tute le meraviglie che egli continua ad operare in noi e anche in voi: che il suo nome sia lodato e ringraziato in ogni momento. Grazie per il Signore! E grazie anche per voi tutti!
Carissimi, il Signore è grande e ha fatto sì che la nostra storia sia una bella storia, una storia santa. Così si è compiaciuto a scegliere delle persone come il nostro carissimo padre Sergio a testimoniare e a rendere presente e effettiva questa sua grandezza.
All’inizio del nuovo anno 2010, vorremo rendere grazie al Signore per questo testimone, per questo nostro fondatore, e soprattutto per il dono di vita che egli ha fato. Di nuovo, vorremo condividere con voi questo momento di lode al Signore, questa gioia e questa grazia. Infatti, nella luce della morte e della risurrezione di Cristo, per amore del Signore e di tutti noi, il Padre Sergio ha fatto dono della sua vita, ha versato il suo sangue “fino all’ultima goccia”. E questa è la testimonianza suprema dell’amore del Signore che egli, il Padre Sergio, ha reso nel mondo.

Questo dono di vita di Padre Sergio in terra malgascia, in seguito al suo dono di vita al Cristo, ha servito di fondamento al Carmelo a Madagascar.
Inoltre la provvidenza ha fatto anche coincidere la commemorazione del 25° anniversario della morte di Padre Sergio con l’anno sacerdotale. Per ciò, abbiamo una bella occasione e una bella opportunità di celebrare l’anno sacerdotale con questo testimone che ci sta sempre più vicino.
Abbiamo manifestato il nostro profondo desiderio di aver il corpo del nostro fondatore nel santuario di Moramanga, presso il centro spirituale a lui dedicato. La famiglia ci ha dato già una risposta positiva. Abbiamo fatto anche la stessa procedura presso il Padre Generale e il Padre provinciale mostrando soprattutto il grande interesse che questa opportunità può portare sia per la missione che per la chiesa.
Il 10 Gennaio 2010, alle ore 09,00, nel luogo dove era ritrovato il corpo senza vita del Padre Sergio, ci rechiamo per rendere grazie a Dio per questa vita feconda non soltanto durante la sua missione terrena ma persine oggigiorno.
Avremmo il piacere di accogliere qualche Padre della casa generalizia, della provincia, della conferenza episcopale malgascia, e qualcuno della famiglia di Padre Sergio.
Carissimi, la nostra speranza rimane salda nel Signore che dice: “Neppure un capello del vostro capo perirà” (Le 21,18). Chiediamo la grazia di questo dono di vita, questo dono fecondo, di Padre Sergio per aver il coraggio di vivere la nostra vocazione, nella sequela Cristi, fino all’ultimo nostro sospiro,

Padre Fabien, ocd.
ITAOSY, 30 Novembre 2009
Solennità di S. Andrea Commissariato del Madagascar
e dell’Oceano Indiano.