CFP San Luigi: Perchè amo la scuola

“PERCHÉ AMO LA SCUOLA?

Proverò a dirvelo. Ho sentito qui che non si cresce da soli e che c'è sempre uno sguardo che ti aiuta a crescere. Amo la scuola perché è sinonimo di apertura alla realtà. Almeno così dovrebbe essere! Ma non sempre riesce ad esserlo, e allora vuol dire che bisogna cambiare un po’ l’impostazione. Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni. Un altro motivo è che la scuola è un luogo di incontro. Perché tutti noi siamo in cammino, avviando un processo, avviando una strada”.

 

Partiamo dalle parole che Papa Francesco ha rivolto al mondo della scuola per parlare del grande evento celebrato domenica 17 aprile scorso al CFP San Luigi di San Donà di Piave: Il campionato nazionale di acconciatura Unfaasm.

È stata una domenica speciale, tappa conclusiva di un tempo di preparazione che le quattro classi della sezione “C” hanno vissuto con impegno e passione. Tante le accademie che sono arrivate a San Donà e che hanno partecipato con i propri allievi: Caserta, Modena, Crotone, Andria, Treviso, Napoli, Bolzano e Palmi.

La giornata è stata intensa e ritmata dalle gare, dalle valutazioni da parte dei giudici, dagli apprezzatissimi momenti di ristoro curati dalle mani sapienti delle mamme degli allievi del San Luigi, da una grande esibizione del corso di estetica e l’allestimento di un laboratorio temporaneo di barberia, nonché una sfilata di modelle e di acconciature ispirato al tema-slogan di “Expo201”.

Prima delle premiazioni finali, inoltre, sono state consegnate tre borse di studio agli studenti più meritevoli dell’A.F. 2014-2015 (Bottega Selene, Zanin Nicola e Grigorcea Valentina).

Ci sono diversi modi per “educare”: valorizzare le abilità degli allievi è uno di questi, accompagnarli nella loro crescita umana e spirituale anche mettendoli in gioco insieme ad altre scuole dello stesso settore può diventare l’occasione per crescere e, come diceva Papa Francesco, per aprirli alla realtà, alla sua ricchezza, così da tracciare, insieme, la strada più importante da percorrere; la loro realizzazione professionale.

 

Christian Bison