Con soddisfazione e fiducia

Suor Rita Fasan“Va’ dove ti porta il cuore” è il titolo di un noto libro. Se dovessi dare una immediata risposta direi: “resto a San Donà”. L’obbedienza però mi chiama altrove e, serenamente e pienamente consapevole di essere nella volontà di Dio e che Lui ha già stabilito il mio futuro, parto.
Ho trascorso qui 13 anni indimenticabili. Le fatiche, le difficoltà, gli insuccessi non sono mancati, ma, di gran lunga, i momenti gioiosi, fraterni, ricchi di tanta esperienza sono stati superiori.

In questi anni ho conosciuto tanti bambini, il cui nome è scritto indelebile nel mio cuore e che quotidianamente affiderò al Signore perché sappiano, anche e soprattutto quando diventeranno adulti, ricordare e far tesoro di quanto hanno appreso nella “nostra” scuola.
Con loro ho avuto la possibilità di avvicinare tanti genitori e ho cercato di stabilire rapporti di stima e collaborazione, di dialogo.
Mi ritengo particolarmente fortunata di aver lavorato con personale docente e non e con gli amici della portineria in un clima di stima reciproca, di condivisione, di collaborazione.

Un “grazie” speciale alle mie consorelle di Casa Saretta, che mi hanno sempre sostenuta e incoraggiata in questi anni e con loro ho vissuto tanti bei momenti di fraternità.
Un “grazie” va a tutti i sacerdoti conosciuti qui. La loro testimonianza di vita sacerdotale mi è stata di stimolo spirituale e di esempio. Un particolare grazie a don Gino e a don Bruno (è stato il mio parroco di quando ero ragazza).
Il grazie più grande va al Signore, che ha voluto vivessi anni così intensi, carichi di tanti momenti preziosi, di crescita umana e spirituale.
Suor Rita Fasan