Dall’omelia di don Bruno nella messa per i suoi 90 anni

mons. Bruno Gumiero alla messa per i suoi 90 anniGrande partecipazione dei fedeli alla messa delle 9.30 di domenica 13 febbraio per festeggiare i 90 anni di mons. Bruno Gumiero. La messa è stata animata dal coro parrocchiale e dalle preghiere dei fedeli.

Don Bruno nasce a Piombino Dese il 13 febbraio 1921 e viene ordinato sacerdote il 25 giugno 1944.  Attualmente continua il suo servizio presso il Piccolo Rifugio e la Casa di Riposo.

Durante l’omelia mons. Bruno Gumiero ha ringraziato  il Signore per i tanti doni che ha ricevuto nella sua vita: “Non sono cresciuto da solo, ma insieme con altre persone. Anche da prete ho avuto la possibilità di confrontarmi con altri sacerdoti”.
Don Bruno ha ricordato la grande collaborazione con i preti presenti in canonica, con i salesiani dell’Oratorio don Bosco, con le comunità delle religiose presenti in parrocchia e in particolare, l’amicizia fraterna che lo lega a  don Gino.

Il Monsignore ha ringraziato anche i fedeli della parrocchia che lo hanno aiutato durante la sua vita sacerdotale.

Don Bruno ha voluto ricordare la sua presenza come prete presso il Piccolo Rifugio descritto come un’istituzione meravigliosa  che trae ispirazione dall’eucarestia come fondamento della vita cristiana

Ha ricordato anche l’impegno quotidiano presso la Casa di Riposo: “I 180 ospiti della casa di riposo mi donano il sorriso quando passo a salutarli e prego con loro.  È  bello rimanere ed essere prete lì, presente nella casa della sofferenza, in questo luogo dove la speranza è ravvivata dalla preghiera”.

Infine l’augurio di Don Bruno per i fedeli: «c’è un senso di tristezza nei cristiani di oggi, ma non bisogna dimenticare che Gesù ha detto “siate luce del mondo e sale della terra” è necessario impegnarci ad essere quello che il Signore vuole. Che ciascuno di noi viva veramente la vita cristiana per essere testimoni dell’amore di Dio. Santa Maria delle Grazie accompagni me e voi nel cammino verso l’incontro finale della nostra salvezza.»

Al termine della messa don Gino ha  ringraziato e  pregato il Signore affinché doni a don Bruno la forza di continuare il servizio sacerdotale ancora per molti anni.