Giuseppe Cherubini

Giuseppe Cherubini. Battesimo di Gesù Ancona 26.12.1867 – Venezia 31.01.1960.
Frequentò l’Accademia di Belle Arti a Roma.
Ha decorato il famoso Caffè Aragno poi a Venezia, dal 1902, eseguì opere di grande valore in alcune chiese e nei teatri Malibran e La Fenice. Realizzò altre opere nella Chiesa del Santo a Padova ed ad Aquileia.
Di grande rilievo i lavori di restauro eseguiti nella Chiesa dei Frari a Venezia, nel Duomo di San Giusto a Trieste, nella chiesa di Sant’Andrea a Chioggia ed in quella di Biadene a Montebelluna.
Partecipò alla Biennale di Venezia nel 1905 e 1926 e allestì mostre a Londra, Berlino, Monaco di Baviera, Venezia, Roma, Monza.
Ad una delle prime biennali un suo acquerello fu acquistato da Vittorio Emanuele III°, Re d’Italia. 
Vinse il concorso per affrescare il soffitto della chiesa dell’Ospedaletto.
D’Annunzio apprezzava la sua pittura tanto da ravvisarne, in una dedica, “il presagio d’un nuovo meriggio della pittura veneta”.
Alle prime luci dell’alba, era solito mettere il cavalletto in Piazza San Marco, tutti i giorni. Nel 1947 Venezia gli diede la cittadinanza onoraria. Morì il 31 gennaio 1960, all’età di 93 anni.