Il CFP S. Luigi in festa per il 150° anniversario dell’Ordine della Riparazione

Da oltre un decennio l’Istituto S. Luigi ha cambiato aria. Ha smesso di diplomare maestre e ha cominciato ad accogliere giovani e ragazze che hanno qualche difficoltà, per prepararli ad esercitare con competenza un mestiere.
In questo anno la Congregazione celebra il centocinquantesimo della sua fondazione. Il suo carisma raggiunge ancora aree umane da “riparare”, come sono oggi i giovani disabili all’interno della nostra società. Prendersi cura della loro formazione professionale significa restituire una dignità che può dare autostima e rendere possibili esperienze di felicità.

Ne parla la Vita del Popolo questa settimana:
Una grande festa è stata celebrata venerdì 2 ottobre al Centro di formazione professionale San Luigi di San Donà di Piave.

Una messa in Duomo ha aperto l’anno scolastico e ha fatto memoria dei 150 anni di fondazione dell’Istituto Suore della Riparazione. Nel 1859 a Milano per volontà di p. Carlo Salerio e Maria Carolina Orsenigo sono stati fondati diversi istituti con la missione di recuperare le giovani carcerate e quante vivevano in situazioni di difficoltà, offrendo loro un’istruzione finalizzata all’esercizio di una professione. Nel 1947, infine, nacque anche il Cfp San Luigi di San Donà. Dopo la messa tutti gli studenti, insegnanti e amici dell’Istituto hanno ricordato l’evento della fondazione ed alcuni progetti di solidarietà promossi dalla scuola con una presentazione in aula magna: è seguito un momento conviviale che ha anche salutato con una certa emozione la superiora, madre Elide, che ha lasciato il Cfp per trasferirsi a Milano, essendo stata nominata Vicaria generale. La festa è ripresa con una vivace tombolata e la visione di due video che raccontavano due spettacoli, la grande sfilata di maggio e la commedia teatrale di giugno sulla figura di San Francesco che gli studenti e gli insegnanti avevano allestito.
La consegna del nuovo giornalino della scuola e la presentazione di un concorso di “Make Up” aperto a tutti e fissato per lunedì 12 ottobre hanno concluso ed arricchito ulteriormente questo speciale venerdì. Sabato, infine, una rappresentanza di insegnanti e personale dell’Istituto è partita per Milano per celebrare l’anniversario pluricentenario. (C.B.)”