Il mezzo secolo della Parrocchia di Mussetta (Parte prima)

La Parrocchia Santa Maria Assunta di Mussetta sta festeggiando i suoi primi cinquant’anni. Rileggendo alcuni articoli apparsi nel Foglietto Parrocchiale (F.P.) del Duomo di quel 1963 si rivive la cronaca dei primi passi della nuova parrocchia a cui, curiosamente, all’inizio fu dato il nome di “Riva di Piave“.


Inaugurata la nuova Parrocchia di Riva di Piave (F.P. 9 giugno 1963)

don Lino de BiasiLa popolazione delle due frazioni, preparate da un triduo predicato dal delegato Vescovile della nuova parrocchia, l’Arciprete di S. Donà, si trovò numerosa domenica 2 giugno nella nuova sala annessa al nuovo Asilo e che d’ora in poi sarà adibita a chiesa in attesa che sorga la vera nuova chiesa parrocchiale.
C’era la solenne cerimonia della Prima Comunione di 31 bambini durante la 1a Messa che Mons. Dal Bo celebrò nella nuova sala-cappella.
Un indovinato impianto per la trasmissione di un concerto armonioso di campane fece più lieto l’avvenimento. Nel pomeriggio, con una devota processione, l’immagine della Madonna fu trasportata da quello che fu fin’ora l’Oratorio del vecchio Asilo, nella nuova cappella. In un anno, quanto lavoro, quanto entusiasmo, e quanti sacrifici!
Brava la popolazione delle due frazioni e bravo soprattutto il sacerdote Don Lino De Biasi che l’ha guidata e sostenuta in questa impresa. Il Magnificat cantato alla fine della Messa voleva dire al Signore la grande riconoscenza di un popolo che con l’inizio della nuova parrocchia vuole incamminarsi per le vie di sempre maggiore religiosità, moralità e fraterna carità.
Domenica 9 giugno il Vescovo sarà a Riva di Piave per la S. Cresima. La popolazione si prepara a riceverlo con la massima solennità ed esultanza.

Riva di Piave (F.P. 30 giugno 1963)
In un’atmosfera di grande letizia ed entusiasmo, i fedeli della nuova Parrocchia hanno accolto S. Ecc. Mons. Vescovo che venne a benedire il Nuovo Asilo, la Nuova Sala Chiesa e ad amministrare la Cresima ad una trentina di bambini.
Vista l’entità dell’opera, Sua Eccellenza si è complimentato con i fedeli, con Mons. Arciprete e con Don Lino, perché in sì breve volgere di tempo ed in una forma così bella, sia sorta la prima parte di quelle opere che sono indispensabili per il buon funzionamento della Nuova Parrocchia.
Si è poi augurato che quanto prima possa avere inizio anche la grande Chiesa Parrocchiale, con l’aiuto sempre generoso e cordiale dei cari Parrocchiani di Riva del Piave.

Ora il funzionamento dell’Asilo procede con regolarità e ordine: i bambini che lo frequentano sono oltre una ottantina e continuamente aumentano.

 

Riva di Piave: l’Oratorio “Domenico Savio” (F.P. 14 luglio 1963)

 

La nuova Parrocchia ha pensato di raccogliere i suoi giovani, vicino alla chiesa, in una casa bene adattata ad Oratorio e in un regolare campo sportivo.
L’inizio di questa importante attività, necessaria tra le strutture pastorali di una Comunità Parrocchiale, è stato segnato dalla inaugurazione ufficiale, alla presenza delle Autorità Comunali con Rappresentanza dell’Amm. Provinciale.
Mons. Arciprete di S. Donà, che è anche il Delegato Vescovile della nuova parrocchia, ha benedetto il locale adattato ad Oratorio e pronunciò parole di circostanza. A nome del Signor Sindaco, parlò pure la Signorina Gianna Prata Assessore Comunale per l’Istruzione.
Si passò poi a benedire il nuovo Campo Sportivo, intitolato al defunto giocatore di calcio “Bruno Bonadio“.
La simpatica cerimonia, seguita, con interesse dai molti giovani presenti, si concluse al suono della Banda dell’Oratorio Don Bosco.
Naturalmente congratulazioni e ringraziamenti furono rivolti a Don Lino De Biasi e ai Capi della Parrocchia per aver voluto dar vita a quest’opera destinata a fare tanto del bene alla gioventù.

A cura di M.F.