Il momento “energetico” della chiesa domestica

Le tre dimensioni della vita cristiana che creano uno stile di Comunità-Chiesa sono la catechesi, la liturgia-preghiera e la testimonianza.
Nel campo famiglie, a cui abbiamo partecipato a Valle di Cadore, ci siamo soffermati sulla dimensione della preghiera intesa come momento “energetico” per la famiglia e per la coppia stessa. Alcune domande a cui ogni coppia è invitata a riflettere possono essere: quanto questa dimensione della preghiera è presente nelle nostre famiglie; quanto sentiamo necessaria, vivificante, pregnante questa esperienza; come trovare un tempo adatto alla preghiera familiare nelle nostre giornate così piene di impegni? In casa non ci può essere una preghiera sistematica e ordinata “pensata una volta per tutte”, ma può esistere, invece, una preghiera costante che in base ai tempi e ai modi di ogni famiglia, trovi uno spazio prezioso al suo interno.

Per qualcuno avere dei tempi e degli orari già fissati può essere un metodo utile per vivere con continuità l’appuntamento con Cristo; per altri un aiuto prezioso può essere dato dalla parola occasionale, creare cioè delle occasioni che ci portino a ringraziare, lodare, cercare la nostra guida: la visita ad un Santuario, gli incontri comunitari, la lettura di un brano biblico, la preparazione ai sacramenti, ecc.
Anche vivere bene la messa domenicale può essere un ottimo momento per riunire la famiglia intorno a Gesù. Sono stili diversi, tutti presenti ed estremamente efficaci se siamo certi e consapevoli che dentro alla nostra famiglia, che chiamiamo cristiana, ci possa essere questo meraviglioso “sogno”: vivere una chiesa domestica a vera misura familiare. Un sogno che si può realizzare con una crescita di coscienza, soprattutto del valore del matrimonio-sacramento.

R. e F.