Il nuovo direttorio per i diaconi permanenti

In occasione del 25° delle prime ordinazioni, il Vescovo ha consegnato alla comunità diaconale e alla diocesi le prime indicazioni autorevoli sulla vita, il ministero e la formazione dei diaconi permanenti in diocesi. Il capitolo sul discernimento vocazione precisa le condizioni e i requisiti per entrare fra i diaconi permanenti.
I diaconi possono essere celibi o sposati o vedovi. Se sono sposati devono avere il consenso della moglie. L’età limite per aspirarvi è di sessant’anni. I candidati possono provenire da tutti gli ambiti sociali ed esercitare qualsiasi attività lavorativa o professionale, purché essa non sia secondo le norme della chiesa e il prudente giudizio del vescovo, sconveniente con lo stato diaconale”.
Auguri ai nostri due diaconi: Paolo Facci e Franco Filiputti.