Il servizio civile va sostenuto

Servizio civileLa legge che lo istituiva dieci anni fa gli assegnava come scopo “la difesa della patria con mezzi e attività non militari”. Dopo un rapido sviluppo fino al 2006, oggi è in declino, principalmente a causa della riduzione dei fondi pubblici. Ma non si tratta solo di finanziamento. Si rileva anche una disattenzione istituzionale, verso un’esperienza molto apprezzata dai giovani (circa 30.000 in servizio nel 2009) e dal contenuto fortemente educativo.

Anche i vescovi italiani, negli Orientamenti pastorali del decennio, annoverano il servizio civile e il volontariato in Italia e all’estero tra “i percorsi di vita buona“, invocando “una cura particolare da riservare al servizio civile, sostenendo la crescita di una generazione di laici cristiani, capaci di impegnarsi a livello politico con competenza e rigore morale” (n.54, b). (da Italia Caritas marzo 2011, pagg. 8-11).