Home Associazioni Gruppo Missionario Auguri da Whau (Sud Sudan)

Download


Orario delle messe nel Duomo

Orario delle messe nelle chiese sandonatesi


Adorazione eucaristica in città

Liturgia del giorno


Indice della sezione

youtube

Translate

Auguri da Whau (Sud Sudan) PDF Stampa E-mail Visite: 926
Gruppo Missionario
Venerdì 26 Dicembre 2014 19:00
carattereaumentadiminuisci

Fr. Paolo RizzettoLettera Agli Amici da Frat. Paolo Rizzetto MCCJ (Wau, Sud Sudan)


Avvento/Natale 2014

Carissimi fratelli e carissime sorelle, un saluto ed un sorriso da Wau, Sud Sudan.

Il tempo d'Avvento è sempre speciale. Mi ricorda che ci viene data un'altra possibilità. Mi ricorda che Dio si fida ancora di noi, così tanto da chiederci di fargli spazio. Mi ricorda un rischio che temo di correre ogni anno: lasciare che le attività, gli incontri, le preoccupazioni che si sono incontrati possano far passere un altro anno, senza fermarsi un momento a fare il punto arivedere la Presenza che da senso al tutto.

Questa Presenza si fece Bambino 2014 anni fa per dirci che... stavamo andando alla deriva, che stavamo dimenticando le cose veramente importanti... che l'impero del tempo - e quelli di ogni tempo-, la religione dell'oppressione e l'economia di disuguaglianza ci stavano facendo brancolare nelle tenebre, in un ombra di morte.

Quel Bambino rinasce ogni anno –questa forse è la bellezza della liturgia- quasi a ricordarci che Dio si è donato tutto a noi perchè la nostra vita è un dono grande agli occhi di Dio.

Per il Sud Sudan, l'anno non è cominciato bene. Ledue più importnati personalitaà della politica del paese, il Presidente ed il Vice Presidente hanno trascinato parti della nazione in una estenuante guerra per il potere. La pace è stata firmata con difficoltà e reciproca diffidenza, in maniera dettata più dal riconoscersi depauperati più che dalla reale volontà di far cessare le ostilità. Certo, con gratitudine dobbiamo ringraziare che lo stato del Western Bahr el Ghazal, dove ci troviamo, non è stato toccato sostanzialmente dal conflitto. Ma la sofferenza è stata seminata senza risparmio negli altri stati di Jonglei, Upper Nile e Unity.

Questa situazione, durata molti mesi, ha ricoperto con una cortina di pessimismo e paura la gente del Paese in generale. Molto spesso, ho letto, anche in rapporti ufficiali, in relazione allo stato di cose l'aggettivo inglese "dis-heartening". Non credo si possa fare una traduzione italiana letterale. Direi che ci si avvicina nel dire "qualcosa capace di svuotare il cuore".

Ma non credo che il cuore della nostra gente possa essere svuotato.

Ringrazio Dio per aver incontrato gente comune che con la propria vita ha detto no a questa guerra. Ho in mente persone molto semplici che hanno creduto ed hanno vissuto valori come la riconciliazione (Justin); la comprensione (Mess); il sentirsi parte di qualcosa di grande (Lodae); la meraviglia di imparare cose nuove (Elizabeth); riconoscere il proprio valore come persona, quando c'è qualcuno che ti tratta come un oggetto (Mary); il rialzarsi, dopo un fallimento (Susan); il Coraggio di dire la Verità (Raila) la dedicazione al lavoro (Rejoice), la Preghiera (Cathy).

Queste persone sono state per me il segno che Gesù può ancora trovare un posto nella nostra umanità. Vederlo nella vita degli altri è sicuramente un aiuto a credere che anche nella stalla del nostro cuore, nel posto più impensato, possiamo trovarlo. Lo possiamo trovare perché, Lui, il Principe della Pace, il Cosigliere Mirabile... Emmanuele, Dio-con-noi ci ha già trovato. Si è fatto uno di noi. Si è fatto della nostra carne.

Così, Lo trovano i Magi che sono sapienti perchè si fanno umili e si mettono in cammino; lo trovano i pastori che sono umili per definizione ma che proprio per le asprezze della vita, possono sperare ed osare l'impensabile. Lo trovano Maria e Giuseppe, senza diementicare i dubbi e le paure del loro cuore, ma con fiducia perchè hanno affidato tutto a Dio.

Non lo trovano gli Erodi di tutti i tempi: loro cercano il potere, e quando cercano il bambino.. mancano il bersaglio!

Vi porto i miei auguri per questo Avvento e per il Natale: vi auguro, come auguro anche me di essere "trovati". Trovati dall'Amore.

Vi porto nel cuore, ringraziandovi per il vostro ricordo nella preghiera e per il sostegno con cui mi accompagnate e condividete con la Gente del Sud Sudan... Vi abbraccio tutti, con tantissimo affetto.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!


Frat. Paolo Rizzetto MCCJ

 
 

Vite da raccontare

Storia e Persone - Vite da raccontare
Incontro con P. Francesco Cibin, da cinquant'anni in Brasile
Domenica 28 Ottobre 2012
Ad una settimana dal suo rientro in Brasile, dopo una breve vacanza a San Donà, il Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon" ha incontrato il salesiano p. Francesco Cibin che dal 1962 vive in Brasile.
Dopo cinque anni dal suo ultimo rientro in Italia ha percepito dei cambiamenti che lo hanno sorpreso, amaramente purtroppo. Ha notato infatti una fede un po' più fredda ed è rimasto impressionato dallo sgretolamento delle famiglie e dal problema dei giovani. Lì in Brasile si parla di Europa in termini di crisi...
L'amico missionario sandonatese, nel ringraziare per la vicinanza e l'amicizia che gli permettono di rimanere unito alla terra d'origine cui sempre rimane legato, ha riassunto ai presenti le vicende della sua vocazione e vita missionaria, che riportiamo di seguito quale contributo all'intera comunità.

La chiamata ...continua
Storia e Persone - Vite da raccontare
San Francesco d'Assisi
Venerdì 04 Ottobre 2013
Nella Festa di San Francesco, Papa Bergoglio visita per la prima volta Assisi.
Francesco nacque ad Assisi nel 1181. Suo padre era il commerciante di tessuti Pietro Bernardone. Da ragazzo, allegro e malinconico, si abbandonava volentieri a sogni cavallereschi. Partecipò anche alla guerra tra Assisi e Perugia, che gli costò un anno di prigionia pieno di ripensamenti.
La luce gli venne da un ardente incontro con Cristo. Dapprima Francesco lo "riconobbe" quando riuscì a superare l'orrore che provava per i lebbrosi, al punto da abbracciarne e baciarne uno per amore Suo. In seguito, ne udì la voce mentre pregava nella chiesetta diroccata di San Damiano: "Francesco, ricostruisci la mia casa".
Si mise così a ricostruire quella chiesetta semidistrutta, vendendo anche della merce presa alla bottega del padre. Quando costui pretese la restituzione delle sue ...continua
Storia e Persone - Vite da raccontare
Suor Maria Rosa Pellizzaro
Lunedì 21 Febbraio 2005

Sono trascorsi 25 anni da quando suor Maria Rosa Pellizzaro ha offerto disponibilità per l’apostolato missionario nel grande Brasile. Aabbiamo così approfittato per farci raccontare la sua esperienza in occasione del suo rientro in Italia dei mesi scorsi.

Suor Pellizzaro (cugina di p. Siro) appartiene all’ordine delle Suore di Maria Bambina, che ha conosciuto da fanciulla quando frequentava l’asilo di San Donà, dove si teneva l’oratorio festivo per ragazze. In particolare, si ricorda di suor Giuseppina, che le dava da leggere dei giornaletti figurati sulle avventure reali dei missionari e il cui esempio le fece maturare la vocazione religiosa.
Alle scuole elementari di Fiorentina, dove viveva la famiglia (sono 6 fratelli, di cui 4 femmine), Maria Rosa era nella stessa classe di altri nostri missionari: p. Sergio Sorgon, p. Giancarlo Zanutto e p. Gino Sorgon. La maestra Marì Roma, evidentemente, non offrì loro solo formazione scolastica…
Sui dodici ...continua

Orari

Orario Messe
Feriale e sabato:
9; 18.30
Festivo:
7.30,  9.30,  11.30,  18.00

Prenotazione intenzioni messe:
in sagrestia,
prima e dopo le messe feriali e festive

Ufficio parrocchiale
dietro la canonica:
Aperto: lunedì e sabato, ore 9.30-11.30

Orario Catechismo
Casa Saretta:
ore 14.45-16.00
Lunedì: 1 e 2 media
Mercoledì: 2 e 3 elem.
Venerdì: 4 e 5 elem.
Sabato: classi tempo pieno

Attività ACR
Casa Saretta, sabato pomeriggio

Centro di ascolto Caritas
Casa Saretta, pianterreno
martedì 9.30-11.30
mercoledì 18.00-19.30
tel. 348.2962235

Centro Aiuto alla Vita
Casa Saretta, pianterreno
martedì e giovedì
ore  17.00 – 18.00
tel. 0421.52943

Emporio Solidale
per situazioni di povertà economica e disagio,
in Via Molina, 25 
martedì e giovedì 15.00-17.00
sabato 10.00 - 12.00
Contatti: 0421332697 - 042150767 339.2966898 - 333.2708600

Copyright © 2017 Parrocchia di S. Maria delle Grazie - Duomo di San Donà di Piave. Tutti i diritti riservati. Note legali.
Joomla è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Il sito parrocchiale si appoggia ai servizi gratuiti offerti da NETSONS:
NON HA IL CONTROLLO SULLA PUBBLICITA' INSERITA DA QUESTI NELLE PAGINE, NON NE E' RESPONSABILE, NON NE RICAVA UTILI E NEPPURE PROMUOVE O CONDIVIDE IL MESSAGGIO PUBBLICIZZATO.
Amministrazione