Home Associazioni Gruppo Missionario Fratel Paolo Rizzetto ci scrive da Mapuordit-Sud Sudan

Download


Orario delle messe nel Duomo

Orario delle messe nelle chiese sandonatesi


Adorazione eucaristica in città

Liturgia del giorno


Indice della sezione

youtube

Translate

Fratel Paolo Rizzetto ci scrive da Mapuordit-Sud Sudan PDF Stampa E-mail Visite: 375
Gruppo Missionario
Mercoledì 27 Luglio 2016 09:31
carattereaumentadiminuisci

Foto di gruppo con lo StaffCari amici ed amiche del Gruppo Missionario P. Sergio Sorgon, un caro saluto ed un abbraccio da Mapuordit, Sud Sudan.
Devo dire che, come voi ho saputo delle violenze a Juba dal telegiornale. Noi siamo a circa 200 km e la nostra area è sempre rimasta tranquilla.
Quello che è successo (purtroppo proprio la vigilia del quinto anniversario dell'Indipendenza) ha coinvolto da prima un gruppo si soldati ad un check point, poi le guardie del corpo delle due figure principali della scena politica : il presidente Salva Kiir ed il Vice Presidente Riek Machar.
La tensione è salita generando una spirale di violenza (e forse pulizia etnica) in varie parti della città senza rispetto neppure per il Campo Rifugiati dell'ONU. Chi ha avuto la peggio è stata la fazione del Vice-presidente che per il momento ha lasciato la Capitale rifugiandosi in una non specificata locazione per sentirsi più sicuro.

Tutta la comunità internazionale e la regione dell'Africa Est hanno condannato le violenze, come pure ha fatto il Cardinale Peter Turkson del Pontificio Consiglio di Giustizia e Pace che a nome del Papa ha portato un messaggio che invita alla conciliazione. Ora i Sud Sudanesi devono ricominciare e quel poco che si era guadagnato dallo scorso agosto in termini di convivenza pacifica tra le varie etnie (e specialmente le due dominanti Denka del Presidente e Nuer del Vice, rispettivamente, facendo ritornare alla situazione di guerra civile di 2 anni fa.
Ora la situazione sta lentamente rientrando nella norma, grazie soprattutto alla grande qualità dei Sud Sudanesi che è stata chiamata "resilienza" ovvero la capacità di rialzarsi in piedi dopo non solo la caduta ma anche le percosse.
Qui a Mapuordit, fuori dalla città, in un ambiente specificamente Denka, la situazione è rimasta calma. Siamo stati anche più al sicuro della nostra casa provinciale a Juba vicina al luogo degli scontri. Abbiamo saputo però che un nostro confratello Sud Sudanese p. Luois Okot ha perso il padre a causa delle violenze.
Noi speriamo e preghiamo per la Pace, quella vera possa venire.
Il lavoro procede abbastanza bene anche se sono ancora all'inizio di questo nuovo ministero. Ho l'incarico di amministratore dell'Ospedale e talvolta devo seguire le lezioni della scuola dei propri errori per poter capirci qualcosa... Comunque la gente è buona e paziente e molti staff mi stanno aiutando. Anzi, vi mando una foto di me con loro.
Vi ringrazio del vostro sostegno. Continuate a pregare per la pace di questo giovane ma resiliente... paese.
Un abbraccio
Fratel Paolo Rizzetto MCCJ
da Mapuordit

 
 

Vite da raccontare

Storia e Persone - Vite da raccontare
Il sì di don Filippo sulle orme di San Giovanni Bosco
Mercoledì 01 Luglio 2009
Filippo Gorghetto ha partecipato a una veglia di preghiera fatta in duomo nella sera di martedì 16 giugno.
Sabato 20, con altri due giovani salesiani, è stato ordinato prete nel nostro duomo dall’arcivescovo A. Amato, venuto da Roma, dove presiede la Congregazione dei Santi. Il numero dei confratelli salesiani venuti ad imporre le mani era grande (circa 70), e affollata è stata l’assemblea dei parenti e amici.
E’ stata seguita la buona tradizione secondo la quale i giovani sandonatesi che si fanno salesiani ricevono l’ordinazione sacerdotale nella loro parrocchia. Così è stato per don Alberto Maschio e don Alberto Poles, per citare solo gli ultimi. E’ un segno che la vita e l’opera dell’oratorio, come è stata fin dall’inizio, continua anche oggi ad essere bene intrecciata con la comunità parrocchiale, nell’impegno educativo di condurre i giovani e le giovani alla maturazione della varietà ...continua
Storia e Persone - Vite da raccontare
Tatiana diventerà cooperatrice pastorale?
Mercoledì 21 Aprile 2004

Come qualcuno già sa, da qualche anno sto vivendo un cammino vocazionale nella comunità delle Cooperatrici pastorali diocesane.
Vi chiederete forse chi sono le cooperatrici e come ho fatto per intuire che fosse questa la mai strada per rispondere alla chiamata di Dio sulla mia vita.
Fin da piccola, grazie anche alla mia famiglia e a chi mi stava vicino, ho sempre partecipato con gioia alla vita della parrocchia (catechismo, Acr, campiscuola…).

L’aver percepito che la parrocchia mi aiutava all’incontro con Gesù mi ha spinto dopo la Cresima a rendermi disponibile accettando di fare la catechista (prima come aiuto) accompagnando altri ragazzi nell’esperienza di fede.
Ed è proprio negli anni delle superiori che sempre più forte sentivo in me il desiderio di donare tutta la mia vita per gli altri in risposta all’amore che ricevevo e in questo mi accompagnavano le parole di Gesù: “non c’è un ...continua

Storia e Persone - Vite da raccontare
Suor Maria Rosa Pellizzaro
Lunedì 21 Febbraio 2005

Sono trascorsi 25 anni da quando suor Maria Rosa Pellizzaro ha offerto disponibilità per l’apostolato missionario nel grande Brasile. Aabbiamo così approfittato per farci raccontare la sua esperienza in occasione del suo rientro in Italia dei mesi scorsi.

Suor Pellizzaro (cugina di p. Siro) appartiene all’ordine delle Suore di Maria Bambina, che ha conosciuto da fanciulla quando frequentava l’asilo di San Donà, dove si teneva l’oratorio festivo per ragazze. In particolare, si ricorda di suor Giuseppina, che le dava da leggere dei giornaletti figurati sulle avventure reali dei missionari e il cui esempio le fece maturare la vocazione religiosa.
Alle scuole elementari di Fiorentina, dove viveva la famiglia (sono 6 fratelli, di cui 4 femmine), Maria Rosa era nella stessa classe di altri nostri missionari: p. Sergio Sorgon, p. Giancarlo Zanutto e p. Gino Sorgon. La maestra Marì Roma, evidentemente, non offrì loro solo formazione scolastica…
Sui dodici ...continua

Orari

Orario Messe
Feriale e sabato:
9; 18.30
Festivo:
7.30,  9.30,  11.30,  18.00

Prenotazione intenzioni messe:
in sagrestia,
prima e dopo le messe feriali e festive

Ufficio parrocchiale
dietro la canonica:
Aperto: lunedì e sabato, ore 9.30-11.30

Orario Catechismo
Casa Saretta:
ore 14.45-16.00
Lunedì: 1 e 2 media
Mercoledì: 2 e 3 elem.
Venerdì: 4 e 5 elem.
Sabato: classi tempo pieno

Attività ACR
Casa Saretta, sabato pomeriggio

Centro di ascolto Caritas
Casa Saretta, pianterreno
martedì 9.30-11.30
mercoledì 18.00-19.30
tel. 348.2962235

Centro Aiuto alla Vita
Casa Saretta, pianterreno
martedì e giovedì
ore  17.00 – 18.00
tel. 0421.52943

Emporio Solidale
per situazioni di povertà economica e disagio,
in Via Molina, 25 
martedì e giovedì 15.00-17.00
sabato 10.00 - 12.00
Contatti: 0421332697 - 042150767 339.2966898 - 333.2708600

Copyright © 2017 Parrocchia di S. Maria delle Grazie - Duomo di San Donà di Piave. Tutti i diritti riservati. Note legali.
Joomla è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Il sito parrocchiale si appoggia ai servizi gratuiti offerti da NETSONS:
NON HA IL CONTROLLO SULLA PUBBLICITA' INSERITA DA QUESTI NELLE PAGINE, NON NE E' RESPONSABILE, NON NE RICAVA UTILI E NEPPURE PROMUOVE O CONDIVIDE IL MESSAGGIO PUBBLICIZZATO.
Amministrazione