Home Associazioni Gruppo Missionario Lettera di p. Marcello Sorgon - Madagascar - marzo 2005

Download


Orario delle messe nel Duomo

Orario delle messe nelle chiese sandonatesi


Adorazione eucaristica in città

Liturgia del giorno


Indice della sezione

youtube

Translate

Lettera di p. Marcello Sorgon - Madagascar - marzo 2005 PDF Stampa E-mail Visite: 1900
Gruppo Missionario
Mercoledì 23 Marzo 2005 17:22
carattereaumentadiminuisci

Itaosy, 23.03.2005

Ai fratelli e sorelle del Gruppo Missionario "P.Sergio Sorgon" di San Donà di Piave.

Permettetemi di iniziare subito con un GRAZIE di cuore per l'aiuto che mi avete inviato per la scuola di Itaosy (1500 E). Ci avete offerto una buona boccata di ossigeno per riprendere i lavori. Stavamo per bloccare tutto per mancanza di fondi. Ma quello che è meraviglioso è che io non vi ho mai chiesto nulla per questi lavori, quindi l'iniziativa, certamente, parte da P. Italo che ci ha lasciato qui il cuore, anche se lo so sereno nella sua missione trevigiana. Sono profondamente commosso perchè sento quanto mi siete vicini e quanto volete bene a me e ai fratelli malgasci. Questa è la vera missione: andare al di là di tutte le barriere e sentirci uniti in Gesù Cristo che ci ha fatti tutti figli di Dio.

Sapete ormai come va la mia vita missionaria: sono già 32 anni che mi trovo in Madagascar. E' stata una storia meravigliosa, anche se cosparsa di sangue, il sangue del nostro carissimo Sergio, martire.

Ci sono stati momenti difficili (e chi non ne ha nella sua vita) ma anche momenti di pace, di gioia in cui abbiamo esperimentato la presenza di Cristo, il Missionario del Padre, nella nostra vita e nel nostro apostolato.

Abbiamo aperto le nostre Case ai giovani malgasci: ora abbiamo una trentina di già religiosi e preti.

Altri problemi si sono presentati, ponendoci anche l'incertezza di restare o partire, ma la presenza incoraggiante di Cristo si fa sentire ancora!

La nostra presenza cambia di significato, ma ancora utile e necessaria: le responsabilità passano piano piano ai nostri fratelli malgasci, che mancano di esperienza e hanno fretta di fare con la loro coscienza: ci sono delle cadute, delle defezioni..., ma Cristo è sempre presente; rispettando la nostra libertà ci sostiene, ci incoraggia più di prima.
Ora capiamo bene quello che diceva Giovanni Battista: "che lui cresca", che Gesù cresca nei nostri giovani malgasci.

Passando gli anni noi missionari dei primi anni ci sentiamo attirati dall'essenziale della vita, lasciando perdere tante cose che non sono importanti. L'unica cosa importante è di crescere e di far crescere Gesù Cristo in questo popolo che ama Dio, ama pregare e ama conformare la sua vita al Vangelo, nonostante tante miserie umane (chi non ne ha?)!

Tuttavia la mia preoccupazione resta ancora la formazione di chi vuol consacrarsi a Dio e alla Chiesa. Sono profondamente convinto che la vita consacrata è il lievito che fa fermentare la massa, la Chiesa.
Ma la vita religiosa non è autentica nella mediocrità, nella tiepidezza e può diventare, allora, ostacolo alla vita cristiana che deve vedere nella vita religiosa lo specchio dell'amore di Dio verso il mondo, la possibilità di realizzare solidarietà con tutti, nonostante le differenze e le debolezze...
Mi son lasciato andare un pò a riflessioni che possono non interessarvi... ma vi sono vicino con riconoscenza e affetto.

Un abbraccio e un augurio di Buona Pasqua a ciascuno di voi. CIAO!

P. Marcello Sorgon
dal Madagascar

Un augurio tutto speciale per te, C., e per i tuoi cari.Ho ricevuto gli auguri del Gruppo che mi hai inviato. GRAZIE!
Sempre uniti! Teniamo duro fino alla fine!...
Ciao! P.Marcello

 

 

 
 

Vite da raccontare

Storia e Persone - Vite da raccontare
Giuseppe Toniolo Beato
Lunedì 20 Febbraio 2012
 Comunicato ufficiale del comitato di beatificazione

In primavera la celebrazione di beatificazione

Il Santo Padre Benedetto XVI ha disposto che la celebrazione del Rito di Beatificazione del venerabile Servo di Dio Giuseppe Toniolo, laico e padre di famiglia nato a Treviso il 7 marzo 1845 e morto a Pisa il 7 ottobre 1918, abbia luogo a Roma, nella Basilica di San Paolo fuori le mura, domenica 29 aprile 2012.

Rappresentante del Santo Padre sarà Sua Eminenza il Card. Salvatore De Giorgi, Arcivescovo emerito di Palermo e già Assistente generale dell'Azione Cattolica Italiana.

Dichiarato Venerabile il 14 giugno 1971, il 14 gennaio 2011 è stato promulgato dalla Congregazione delle Cause dei santi il decreto riguardante un miracolo attribuito alla intercessione di Giuseppe Toniolo, atto che conclude l'iter di beatificazione.

Il miracolo attribuito all'intercessione di Toniolo riguarda un ragazzo di Pieve di Soligo (Tv), paese ...continua

Storia e Persone - Vite da raccontare
Don Severino De Pieri pioniere nella psicologia dell'educazione e nell'orientamento ai giovani
Lunedì 05 Ottobre 2015

Segnaliamo l'articolo di Lucio Carraro pubblicato nell'Eco di Mogliano, maggio 2015, con un intervista a don Severino De Pieri, fondatore del Centro di Orientamento Salesiano COSPES di Mogliano nell’ottobre del 1965.

DON SEVERINO DE PIERI PIONIERE NELLA PSICOLOGIA DELL’EDUCAZIONE E NELL’ORIENTAMENTO AI GIOVANI
di Lucio Carraro

Incontro don Severino De Pieri dopo un lungo “tallonamento”. Gli dico, prima di iniziare la nostra conversazione, che sono finalmente contento di questo momento e che per guadagnarmelo ho dovuto fare una “fatica del diavolo”. Lui mi accoglie con un sorriso bonario, lievemente ironico, con il quale, lo intuisco subito, sorvola la mia battuta d’esordio, abbastanza prevedibile, parecchio frustra. Ho faticato a convincerlo perché Don Severino si schernisce, non ama l’autocelebrazione, la rifugge conoscendo bene la trappola della lusinga. L’ho convinto solo quando gli ho fatto ...continua

Storia e Persone - Vite da raccontare
Duecento anni fa nasceva San Giovanni Bosco
Sabato 15 Agosto 2015
Tutta la Famiglia salesiana (il movimento di religiosi e laici che vive il carisma di Don Bosco), e non solo, ringraziano il Signore perché proprio duecento anni fa nasceva don Bosco.
Lui, fervoroso devoto di Maria, amava dire che la data della sua nascita era il 15 agosto, Festa dell'Assunta, anche se sul registro dei battesimi figura al 16 agosto 1815.
"Tra la potente intercessione dell'Assunta e la generosa donazione al servizio dei giovani di Don Bosco ci sono legami sostanziali che fanno di Maria la "madre e maestra" che l'ha guidato in tutte le sue scelte. Lui stesso nell'ultimo anno di vita attribuiva il merito esclusivo di tutte le sue realizzazioni a Maria: «É Lei che ha fatto tutto»." (don Ferdinando Colombo, sdb)

Tutta la Famiglia salesiana è in festa, particolarmente a Torino, ...continua

Orari

Orario Messe
Feriale e sabato:
9; 18.30
Festivo:
7.30,  9.30,  11.30,  18.00

Prenotazione intenzioni messe:
in sagrestia,
prima e dopo le messe feriali e festive

Ufficio parrocchiale
dietro la canonica:
Aperto: lunedì e sabato, ore 9.30-11.30

Orario Catechismo
Casa Saretta:
ore 14.45-16.00
Lunedì: 1 e 2 media
Mercoledì: 2 e 3 elem.
Venerdì: 4 e 5 elem.
Sabato: classi tempo pieno

Attività ACR
Casa Saretta, sabato pomeriggio

Centro di ascolto Caritas
Casa Saretta, pianterreno
martedì 9.30-11.30
mercoledì 18.00-19.30
tel. 348.2962235

Centro Aiuto alla Vita
Casa Saretta, pianterreno
martedì e giovedì
ore  17.00 – 18.00
tel. 0421.52943

Emporio Solidale
per situazioni di povertà economica e disagio,
in Via Molina, 25 
martedì e giovedì 15.00-17.00
sabato 10.00 - 12.00
Contatti: 0421332697 - 042150767 339.2966898 - 333.2708600

Copyright © 2017 Parrocchia di S. Maria delle Grazie - Duomo di San Donà di Piave. Tutti i diritti riservati. Note legali.
Joomla è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Il sito parrocchiale si appoggia ai servizi gratuiti offerti da NETSONS:
NON HA IL CONTROLLO SULLA PUBBLICITA' INSERITA DA QUESTI NELLE PAGINE, NON NE E' RESPONSABILE, NON NE RICAVA UTILI E NEPPURE PROMUOVE O CONDIVIDE IL MESSAGGIO PUBBLICIZZATO.
Amministrazione