Home Messaggi

youtube

Translate

Messaggi
Scrivi un tuo messaggio nel libro degli ospiti.

Solo gli utenti registrati possono aggiungere nuovi mesaggi, effettuare accesso.

cd mf: Auguri don Bruno

carissimo don Bruno, ci ricordiamo con riconoscenza della sua presenza tra noi e le auguriamo buon compleanno.

Ad multos Annos

Sabato 13 Febbraio 2016

antoniogiugliano: messaggio

buona.sera

Giovedì 13 Agosto 2015

stefano: grazie di tutto

 

Grazie mons. Bruno Gumiero per la tua carismatica presenza nella vita parrocchiale, specialmente per la tua vicinanza e l’assidua preghiera per noi ammalati.

Ora sei più lontano, ma solo fisicamente…. Sono sicuro che ci sarai sempre accanto nella tua preghiera e nell’affettuoso ricordo…

 

Ti auguro un Santo Natale ed una lunghissima vita serena, nel vero Amore di Dio che hai sempre testimoniato e dimostrato.    Ciao, don Bruno!!

Martedì 17 Dicembre 2013

CoD: Saluto a don Gino

Grazie a don Gino per aver portato nella comunità parrocchiale un'attenzione sempre costante per il Concilio Vaticano II

Lunedì 26 Agosto 2013

cidi: grazie don Gino

caro don Gino, grazie per essere stato un fedele servitore della Parola e testimone della fede in Gesù Cristo.

 

Lunedì 26 Agosto 2013

dania: EQUISETO

Equiseto

In riva al Piave, dove l’acqua lambisce la terra, cresceva una varietà di equiseto, o coda cavallina, bianca, molto più grossa e invitante della solita color ocra-terra di Siena- che si trovava un po’ dappertutto.

Passavamo delle ore a rimpinzarci, poi continuavamo la raccolta per farne una scorta, dimentichi che il giorno dopo tale verdura spontanea non avrebbe più avuto un aspetto invitante.

Tornati a casa, scaricavamo sul tavolo tutto quel ben di Dio, sperando in un “ma che bravi!”, invece arrivavano solo sgridate: “Ma dove e cosa siete andati a raccogliere! Smettetela di mangiare ‘sta roba che vi farà venire il tifo!”

dania

Mercoledì 24 Aprile 2013

dania: IL FALO'

Era usanza da quelle parti  (basso Piave), la notte dell’Epifania, bruciare “la vecchia”: In ogni casa tutti s’erano indaffarati per tempo a preparare catasta di fusti di granoturco, fascine di arbusti, rimasugli di potatura, strame, rovi e quant’altro potesse essere bruciato. Il tutto appoggiato, sovrapposto, legato e sostenuto da un palo, il più lungo possibile, che fungeva da perno. Era convinzione che più alta  fosse stata la catasta, più solenne sarebbe apparso il falò e, soprattutto, più vicina al Cielo sarebbe giunta l’invocazione propiziatoria.

Tutti i componenti la famiglia si radunavano festanti ai piedi della catasta, in attesa del colpo di schioppo che avrebbe dato il via alle fiamme, per chiedere a squarciagola al Dio del Cielo “Pane e vino”, quali elementi della sopravvivenza.

Anche noi là, quell’Epifania, con la famiglia Zabotto, tra l’irreale luce e i bagliori delle fiamme, a condividere l’entusiasmo e la gioia della solidarietà e dell’amicizia.

Pane e vino! Pane e vino!... Mentre tutt’intorno, dalla vasta pianura, giungevano altre grida, altri bagliori. (Dedicato a Gianni).

dania

 

<p style="marg "

Lunedì 31 Dicembre 2012

dania: Ognissanti (2)

Ognissanti (2)

 

 

Cari fidanzati che passeggiate sul ponte, buttate nell’acqua un fiore e  recitate una preghiera,  ricordando quel nostro “Valentino” degli anni ’50,  che i  più grandi m’han detto  si chiamasse  “BUTE”.

 

dania

 

Mercoledì 24 Ottobre 2012

dania: Ognissanti

Ognissanti

 

Nelle serate che di consuetudine si andava “a morosa”, un giovane chiamava “barcaaaa” per farsi traghettare dalla nostra sponda del Piave a quella di Palazzetto e  raggiungere, tutto bello, asciutto e  in ordine,  l’abitazione  della sua amata.  

Come facesse con gli abiti non so, ma mai una chiamata per il ritorno, ‘che la traversata  se la faceva a  nuoto.

 Mille e una volta le cose funzionarono così,  ma una notte le acque del Piave, gelose di tanta bellezza,  quel giovane forte e innamorato,  lo  vollero  per sè.

La mattina dopo, nel circondario  nessuno  provò più  voglia di sorridere, ma solo il rammarico di non aver fatto abbastanza per distoglierlo dalla temeraria abitudine.

 

Mercoledì 24 Ottobre 2012

dania: Ziogando inte a strada

Legato al gioco delle biglie (bureete) ho un tristísimo ricordo: eravamo lasciati a noi stessi per delle giornate intere, ma i genitori spuntavano ogni tanto e mai per qualcosa di piacevole.

 

Franca aveva giocato, davanti a casa, contro un gruppo di bambini e aveva vinto parecchie biglie, creando del malcontento negli avversari, che incominciarono ad accusarla d’aver barato.

 

Aveva giocato correttamente o aveva imbrogliato? Io ero troppo piccola per valutare, ma neppure papà avrebbe potuto farlo, visto che non era presente. Ciononostante, sganciò la cinghia dei pantaloni e la schioccò più volte sulle gambe di mia sorella che, saltando dal dolore, fu costretta, nonostante la cocciutaggine e la convinzione d’aver vinto  regolarmente, a restituire le biglie agli altri bambini.

 

Ricordo le sue gambe saltellanti e rivedo le braccia distese contro il corpo, il pugno stretto allentarsi ad ogni colpo quel tanto che bastava per lasciar uscire le biglie, una alla volta..

Domenica 30 Settembre 2012

dania: Le piccole cose

Odio il sapore della crosta di formaggio grana scaldata sulla piastra. Non m’è mai piaciuta. Eppure ricordo con riconoscenza nonna Cicogna che me la offriva con tenera gentilezza quando mi trovavo a giocare con Wanda, sua nipote. Magari in stalla per sfuggire ai rigori invernali. E la mangiavo come fosse una leccornia, perchè sapeva di sensibilità e di solidarietà.

 

Aveva un cuore d’oro nonna Cicogna e si preoccupava per noi che eravamo tanti fratelli. S’informava di come andavano le cose in famiglia e alle parole, con grande discrezione, accompagnava sempre  un gesto generoso,  a volte piccolo, a volte grande.

 

Non ci saranno targhe a ricordarla, ma il suo nome è stampato nel mio cuore a caratteri d’oro,  lì,  a rammentarmi che resto debitrice al mondo di...una crosta di formaggio!

 

dania

Sabato 22 Settembre 2012

dania: Cara Maestra... 2

Mamma le fece scrivere dalla nostra vicina  Elena un biglietto di ringraziamento. E tutto finì lì.  Lei terminò la supplenza, il Piave, rientrato nel suo letto, tornò a scorrere pigramente. Inesorabili, anche gli anni,  ma, pur nel frastuono delle vicissitudini, quel fruscio sotto la cattedra la bimba di allora non l’ha dimenticato.

 

dania

 

Martedì 11 Settembre 2012

dania: Cara Maestra...

Cara Maestra...  

 

Eravamo nel novembre del 1951,  anno dell’alluvione del Polesine, ma anche della piena del Piave che, nella nostra zona, costrinse  all’evacuazione gli abitanti delle case sorte sulla golena del fiume.

 

Lei, ricorda?, allora era giovanissima, insegnante agli esordi, impegnata come supplente in una classe elementare  di Passarella di Sopra.

 

La rivedo, al termine della lezione, abbassarsi sotto la cattedra e armeggiare -  creando un curioso fruscio -  e poi  sollevarsi  per porre tra le mie braccia un  grosso pacco d’indumenti  da portare a casa.  Tutta roba provvidenziale, tra cui spiccava uno scamiciato nero, o meglio,  fumo di londra, con bordure rosse,  allacciatura davanti, alla tirolese.

Martedì 11 Settembre 2012

dania: San Pio X papa

Martedì 21 Agosto si festeggia San Pio X Papa. Voglio raccontarvi.

   

 

Fin da bambina (sul libro di testo, tra le pagine di religione  vi era una sua  breve biografia), nutro per questo Santo una devozione particolare.

 

Quando di  ritorno dal viaggio di nozze facemmo sosta alla sua casa di Riese,  al termine della visita, quando ormai stavo per uscire, mi balenò il pensiero che avrei dovuto chiedere una grazia. Una  strana sensazione... ricordo come fosse ora: lì per lì non trovai altro da chiedere se non  un figlio, un figlio maschio.  

 

Ero plurizia: la nostra famiglia era stata rallegrata da molte nascite, ma tutte al femminile.   Poi  le cose s’invertirono.  Comunque, il primo maschio fu il mio.

Venerdì 17 Agosto 2012

admin: Scrivi un tuo messaggio

Benvenuto nel sito parrocchiale. Lascia un messaggio o una preghiera nel libro degli ospiti. Se vuoi contribuire più attivamente al dialogo nella nostra comunità, puoi avere la possibilità di proporre degli argomenti di discussione nella pagina del FORUM. Grazie e ciao Laughing

Domenica 24 Aprile 2011

cid: cappella della Parola

Ma quandè che riprende la cappella della Parola?

Martedì 11 Ottobre 2011

cid: Suor AnnaMaria lascia San Donà

Da ferragosto suor AnnaMaria (suore di Maria Bambina-Casa Saretta) dopo 33 anni a  San Donà di Piave lascerà la nostra comunità parrocchiale per andare  a Vittorio Veneto.  Mi pare importante dare la possibilità alle persone che le vogliono bene di poterla salutare, o che almeno siano a conoscenza di questo spostamento.

Domenica 31 Luglio 2011

cid: senza fissa dimora?

buon giorno. Ho letto l'articolo di Renzo Rossetto sull'accoglienza dei profughi a San Donà e delle difficoltà accennate della signora Bianca e dalla S.Vincenzo. Vorrei segnalare che da alcuni giorni dietro l'ospedale di San Donà vivono in un camioncino due adulti e due bambini (questi ho visto). Mangiano sul ciglio della strada, ci sono anche dei vestiti ad asciugare, mi domando se l'amministrazione e gli uffici di assistenza sociale se ne sono accorti, visto che ci sono dei bambini.

Domenica 10 Luglio 2011

admin: Depliant AVS presso la Caritas Tarvisina

Per approfondire la tematica dell'Anno di Volontariato Sociale presso la Caritas Tarvisina si può scaricare questo depliant

Domenica 14 Novembre 2010

cid: Anno Volontariato Sociale

ciao, ho letto con interesse l'esperienza di Diana e il suo Anno di Volontariato sociale. Ho cercato nel sito della Caritas di Treviso qualche informazione ma non ho trovato niente; potreste segnalarmi un link per conoscere meglio questa iniziativa?

grazie

Sabato 13 Novembre 2010

Mat.B: Giuliano Furlanetto

C'è stata pochissima attenzione a San Donà riguardo alla morte di Giuliano Furlanetto su una panchina del centro in luglio. Ringrazio il vostro sito per averne parlato nell'articolo I 'non visti' tra di noi

Mercoledì 01 Settembre 2010

Art.ip: I preti passati per la parrocchia

C'è la possibilità di avere una pagina con i nomi dei sacerdoti passati per la  nostra parrocchia, e magari sapere dove sono ora?

Martedì 02 Febbraio 2010

Ospite: Un saluto

Dimenticavo, un caro saluto a Don Gino da uno che non frequenta la chiesa ma che ammira i preti come lui. 

Giorgio Onor

Domenica 18 Maggio 2008

Ospite: Complimenti al Web Master

Complimenti al Web Master, un lavoro certosino e veramente completo.

Ci voleva !

 

Giorgio Onor

Domenica 18 Maggio 2008

Ospite: Grazie don Gino

Tanti cari saluti a don Gino e grazie per questi 10 anni di servizio.

Giovedì 15 Maggio 2008

 

Mostra num 
Powered by Phoca Guestbook
Copyright © 2017 Parrocchia di S. Maria delle Grazie - Duomo di San Donà di Piave. Tutti i diritti riservati. Note legali.
Joomla è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Il sito parrocchiale si appoggia ai servizi gratuiti offerti da NETSONS:
NON HA IL CONTROLLO SULLA PUBBLICITA' INSERITA DA QUESTI NELLE PAGINE, NON NE E' RESPONSABILE, NON NE RICAVA UTILI E NEPPURE PROMUOVE O CONDIVIDE IL MESSAGGIO PUBBLICIZZATO.
Amministrazione