La cremazione al posto della sepoltura

Spargere le ceneriDa qualche tempo anche da noi viene chiesta la cremazione al posto della tradizionale sepoltura in terra.
Il nuovo ‘rito delle esequie’ pubblicato dai vescovi italiani nel 2011, ricorda che la chiesa cattolica ha sempre preferito il seppellimento in terra del corpo, come forma più idonea ad esprimere la pietà dei cristiani e la fede nell’attesa della risurrezione… Tuttavia non rifiuta la nuova prassi, quando la richiesta non ha motivazioni contrarie alla fede, e l’accompagna con preghiere adatte.
Inoltre si precisa che spargere le ceneri in natura oppure conservarle in luoghi diversi dal cimitero, come ad es. nelle abitazioni private, oltre che favorire il pericolo di concezioni panteistiche o naturalistiche, rischia di perdere il ricordo dei morti legato a luoghi della memoria e di cancellare la traccia della loro esistenza terrena presso le generazioni successive.
I cristiani perciò vengono esortati a portare l’urna in cimitero, dove viene accompagnata da una apposita preghiera guidata da un sacerdote o da un laico. (cfr. CEI, Rito delle esequie, pag., 237, ed. vaticana 2011)