La festa della Madonna

Galleria di immagini della processione per la festa
di S. Maria delle Grazie, Madonna del colera, 2009
Il segno più appariscente rimane sempre la processione. E anche quest’anno è stata affollata, ben organizzata e ricca di spirito di preghiera e devozione. Meritano però di essere ricordati anche gli altri appuntamenti che la preparano e l’accompagnano: la messa con l’unzione degli infermi celebrata la domenica precedente, i momenti di preghiera e riflessione del triduo, la benedizione dei bambini e delle mamme in attesa nel pomeriggio di venerdì, la preghiera con le famiglie dei disabili al sabato sera, la messa degli anniversari di matrimonio e quella per l’inizio del corso di formazione dei fidanzati al mattino della festa.
Certamente il massimo della solennità si raggiunge quando nel pomeriggio della festa arriva il vescovo a presiedere l’Eucaristia e la grande processione, offrendo sempre spunti importanti di esortazione alla vita cristiana, sull’esempio della Madonna. Mons. Pizziolo, vescovo di Vittorio veneto, ci ha richiamati alla prospettiva escatologica (guardare oltre, verso il paradiso…) che non dobbiamo mai dimenticare, vivendo il quotidiano secondo l’invito della Madre di Gesù: “fate quello che egli vi dirà”.