La gioia del teatro: anch’io sono importante!

Mercoledì 11 giugno 2008 a Noventa la prima di
“C’è da non crederci” dedicato a Don Bosco

In scena persone con disabilità del centro diurno del Piccolo Rifugio di S.Dona’

 

“Fa aumentare l’autostima. Li fa sentire gratificati. Li fa sentire importanti. Li aiuta a vincere la timidezza e ad affrontare un pubblico”.

Sono questi, secondo l’educatrice Elisa Battaiotto, alcuni dei benefici che le persone con disabilità del centro diurno del Piccolo Rifugio di San Donà ricevono dal laboratorio di teatro che è stato avviato nel 2007.

Dopo la “prima” di “Forza venite gente”, dedicato a San Francesco d’Assisi, a dicembre, ora è il momento di “C’è da non crederci”: il musical ispirato alla vita di San Giovanni Bosco verrà messo in scena mercoledì 11 alle 10 di mattina presso la sala teatrale vicino alla chiesa parrocchiale di Noventa di Piave (VE).

Interpreti saranno un’abbondante decina di persone con disabilità anche gravi che frequentano il centro, aiutate, prima del palco e sul palco, dagli educatori del centro diurno; la regia è di Anna Roncoli.

Per quest’occasione, come per la precedente, verranno invitate le famiglie degli attori, gli amici ed i volontari del Centro.

Ma l’attività di teatro è pronta a crescere:da settembre ci si metterà al lavoro per un altro musical.

“Stiamo già pensando – conferma Battaiotto – ad una rappresentazione totalmente diversa, nella quale, oltre ad essere attori, saremo anche i musicisti ed alcuni strumenti musicali per la colonna sonora li costruiremo noi!”

Questo spettacolo venturo molto probabilmente cercherà un palcoscenico più grande e s’aprirà ad un pubblico più numeroso.

Inoltre già si pensa a delle repliche sia per “Forza venite gente” che per questo “C’è da non crederci” ormai prossimo all’esordio.

Fonte: http://www.piccolorifugio.org/news/teatrosd.aspx