La morte improvvisa di Marino

Marino BozzettoHa sorpreso tutti, a cominciare da suo figlio e da sua moglie che lo hanno prontamente soccorso nella notte. Marino era diventato una presenza familiare e quasi necessaria in alcuni servizi della nostra chiesa: lettore, animatore del canto liturgico, addetto al culto per l’altare e in sagrestia.
Era generoso e fedele negli impegni assunti, anche in supplenza di temporanee assenze di altri. Era un cristiano contento di poter fare, da pensionato, qualcosa di quello che aveva cercato in gioventù presso i salesiani, come frequentare il corso del baccalaureato presso la facoltà teologica di Milano. Per questo entrava volentieri in conversazione su temi religiosi, magari dopo aver ascoltato una predica o in seguito a qualche lettura.
La comunità parrocchiale lo ringrazia di cuore per la testimonianza e lo ricorda nella preghiera, pensando di averlo ora intercessore presso il Signore.
Marino Bozzetto era nato nel 1932 ed è ritornato alla casa del Signore il 4 febbraio 2010.