La rinuncia canonica

don Gino PerinCompiuti i 75 anni, ogni parroco che è pro tempore in servizio di una comunità cristiana, è invitato dalla legge canonica postconciliare a presentare la rinuncia all’incarico nelle mani del proprio vescovo (CIC 538,3).

Il 1 ottobre don Gino ha consegnato al vescovo la lettera di dimissioni da parroco, e rimane in attesa di indicazioni “per continuare a servire il popolo Dio nella discrezione e nella pace, soprattutto con la preghiera e la testimonianza”, sollevato da responsabilità pastorali dirette. Il Vescovo ha risposto che accetta “nunc pro tunc” cioè subito per dopo. E’ una formula standard per dire che si deve continuare fino a quando il vescovo non decide diversamente.