La San Vincenzo nel 2007 ha visto un aumento delle povertà materiali

L’anno che abbiamo lasciato alle spalle ha visto impegnati, nel campo dell’assistenza ai bisognosi, le conferenze della San Vincenzo de’ Paoli Sandonatesi, il Gruppo Volontari Assistenza Domiciliare (ONLUS), l’Associazione Volontari Ospedalieri (ONLUS).

Le povertà sono decisamente aumentate circa il 5% in più rispetto al 2006.

Il Centro di Assistenza intitolato a Federico Ozanam, beato fondatore della Società San Vincenzo de’ Paoli ha dovuto far fronte a richieste di aiuto sempre più pressanti; molte famiglie monoreddito sono in gravissime difficoltà, molti mutui per l’acquisto della casa sono saltati per non aver potuto far fede ai pagamenti delle rate.

Questo anno le famiglie assistite sono state 189 ( 178 nel 2006). Le richieste di generi alimentari sono aumentate segno evidente, che non si riesce più a mettere sempre qualche pietanza degna di tal nome sulla tavola.

Abbiamo notato una stabilizzazione nei bisogni delle famiglie extracomunitarie che rappresentano il 42% degli assistiti.
Accanto alle richieste di viveri il Centro Ozanam ha fornito aiuti per il pagamento di bollette varie e di affitto, aiuti in denaro, medicinali, combustibili per il riscaldamento, indumenti nuovi, elettrodomestici. pannolini per neonati , latte in polvere.

Nel dettaglio sono stati effettuati i seguenti interventi:

  • sostegni economici in denaro per € 6200
  • per pagamento bollette varie: affitto, riscaldamento, ENEL € 7800
  • sono stati distribuiti viveri, prodotti per l’igiene, e per l’infanzia per complessivi 7.2 tonnellate per un valore di 98.000 € .
  • acquisto elettrodomestici per € 1500 ( frigoriferi , lavatrici e cucine a gas),
  • acquisto legna e combustibili da riscaldamento,
  • acquisto indumenti,
  • acquisto medicinali,
  • aiuti al terzo mondo,
  • trasporto ammalati con il pulmino dell’associazione, attrezzato per il trasporto in carrozzella .


Il valore complessivo degli aiuti elargiti è stato di € 162.000.

La maggior parte delle risorse proviene dal Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Venezia : 38.000 € per il 2007; dai cittadini di San Donà, che non finiamo mai di ringraziare, un doveroso ringraziamento al gruppo teatrale i “ Despizuii per Caso” di Ponte Crepando e alla sig.ra Sandre Francesca, per il loro sostegno economico attraverso attività culturali.

Molti generi, quali pasta, riso, formaggio, biscotti, e vari prodotti della colletta alimentare, vengono prelevati mensilmente presso il Banco Alimentare del Veneto.

E’ proseguita senza sosta l’attività di trasporto gratuito di ammalati di tumore presso l’ospedale di Treviso.
La San Vincenzo per tale servizio dispone di un vecchio pulmino antieconomico e senza aria condizionata, confidiamo nell’aiuto dei sandonatesi per acquistarne uno nuovo.

Altra attività che vede periodicamente impegnati i volontari, sono i momenti di svago a favore degli ospiti della Casa di Riposo Monumento ai Caduti.

I Volontari Ospedalieri AVO, sin dalla loro costituzione avvenuta il 15 novembre 2005, hanno assicurato la loro presenza nelle ore dei pasti presso il reparto di medicina dell’ospedale di san Donà di Piave, stando accanto alle persone sole.

Queste realtà rivolgono un accorato appello ai cittadini di San Donà di Piave, affinché sentano il desiderio di dare il loro contributo quali volontari, così scopriranno la grande gioia che si prova nel donare un poco di se stessi a chi è in difficoltà.

Non c’è bisogno di un grande impegno, cerchiamo in particolare persone munite di patente per il trasporto pazienti per cure negli ospedali, con turni programmati con largo anticipo.

Per informazioni, telefonare a

Pavan Bianca per la San Vincenzo tel. 042150496,
Sciva Achille per i V.A.DO. tel. 042140636,
Lentini Sebastiano per l’ A.V.O. tel. 042154312.

Pavan Bianca – presidente San Vincenzo
Sciva Achille – presidente dei Volontari Assistenza Domiciliare
Lentini Sebastiano – presidente dell’Associazione Volontari Ospedalieri

Mario Loiola