La scelta pastorale per le nostre parrocchie


CONSIGLIO della COLLABORAZIONE PASTORALE
La scelta pastorale per le nostre parrocchie:
“Incrementare stili di vita maggiormente evangelici”

Il Cammino Sinodale diocesano vissuto nel 2017-2018 dopo la visita Pastorale del Vescovo mons Gianfranco Agostino Gardin, aveva individuato tre priorità pastorali:
1: “Curare l’inserimento e l’accoglienza delle nuove coppie e famiglie”
2:”Incrementare stili di vita maggiormente evangelici”
3: “Curare una conversione alla prossimita”

Il Vescovo poi ha inviato tutte le parrocchie attraverso i CPP da dicembre 2018 a giugno 2019 a riflettere su queste tre priorità, attraverso momenti di discernimento pastorale e di inviare le sintesi di questi incontri al Consiglio della propria Collaborazione Pastorale, per giungere alla scelta di una priorità pastorale dalla quale partire per la progettazione pastorale guidata da ogni Collaborazione Pastorale per i prossimi anni.
Cosi è avvenuto anche per noi a San Donà di Piave; infatti il Consiglio della Collaborazione che coordina le parrocchie di San Donà di Piave, costituitosi il 24 febbraio 2016 all’inizio della visita pastorale del Vescovo,
analizzando e riflettendo sulle sintesi degli incontri dei Consigli Pastorali delle singole parrocchie, nell’incontro di giugno scorso, è giunto alla scelta della seconda priorità:

“Incrementare stili di vita maggiormente evangelici”

In questo modo intuiamo che la scelta fatta porterà tutti ad un maggior impegno per scoprire la bellezza e la fecondita della vita secondo il Vangelo di Gesù Cristo.
Questa priorità, una volta comunicata agli uffici diocesani, diventa la scelta da cui partire per la programmazione pastorale nei prossimi anni per tutte le nostre parrocchie di San Donà.

Oggi domenica 22 settembre 2019, festa della Madonna del Colera, caratteristica per la nostra città di San Donà, viene data pubblica comunicazione di questa scelta pastorale a tutte le parrocchie. Affidiamo alla Beata Vergine Maria il cammino di fede, cheda questa scelta prende nuovo vigore, di tutti coloro che si riconoscono nelle comunità cristiane che vivono in San Donà di Piave.