Lettera di d. Ugo Montagner – Brasile – ottobre 2006

Loreto-Maranhao-Brasile, 6 ottobre 2006

Carissimi Amici delle Missioni,

una parola dal mondo missionario, dove mi trovo già da molti anni e precisamente nel Nordest del Brasile nella diocesi di Balsas nello stato del Maranhao.
Quest’anno ho avuto l’allegria di aver avuto la visita, nel mese di luglio, dell’Arcivescovo della mia diocesi di Siena, Mons. Antonio Buoncristiani con altri tre sacerdoti e un laico.
Penso che sia stata per loro una esperienza positiva e ricca potendo vedere in pochi giorni qualcosa del nostro lavoro missionario e soprattutto hanno potuto toccare con mano la realtà di vita della nostra gente.

Il 17 settembre scorso, per causa di un accidente stradale, è deceduto il nostro caro vescovo di Balsas: Mons. Gianfranco Masserdotti che aveva solo 65 anni. La nostra diocesi ha passato giorni di tristezza e di lacrime per aver perduto il suo Pastore che dava tutto per i suoi sacerdoti e il suo gregge.
Nella tristezza e nel dolore abbiamo però l’allegria che la sua testimonianza, il suo insegnamento, il suo ardore missionario sia stato certamente ricompensato nella pace eterna con Dio Padre e per noi rimane l’esempio del Buon Pastore.

Un saluto e un abbraccio e un grazie a tutti per il bene che state facendo per il mondo missionario.

Che Gesù il Buon Pastore e il Missionario che ci insegnò ad essere missionari e con la protezione della Vergine Maria vi benedica e protegga sempre.
Ricordandovi sempre di cuore

Don Ugo Montagner

Nella mia parrocchia di Loreto hanno avuto l’occasione di partecipare in un villaggio, a circa 25 km di Loreto, ad un incontro che noi chiamiamo di “POVO DE DEUS”, dove si sono riunite bel otto Comunità Ecclesiali di Base venute dai loro propri villaggi a piedi e a cavallo facendo ben dagli 8 ai 15 km. Eravamo circa 1000 persone.

E’ stato un momento bello di celebrazione della Fede, dell’Unione, dell’Amore, della Felicità e della Vita, tutto presentato nella celebrazione della Santa Messa e in scene teatrali, canti e poesie e con un pranzo ben comunitario.
Fu un giorno che lasciò grande felicità negli animi di tutti.
Era il 9 luglio 2006.