Lettera di p. Marcello Sorgon – Madagascar – dicembre 2006

Itaosy, 06-12-2006

Carissimi del ” Gruppo Missionario-P.Sergio Sorgon”,

Ho qui davanti a me la vostra lettera con gli Auguri Natalizi e con tutte le vostre firme, che mi confermano che la nostra amicizia non è generica, ma personale: Ognuno di noi si sente riconosciuto come fratello e sorella nella nostra comunione di vita e di impegno missionario.
E’ proprio in questa amicizia sincera che vorrei rispondere ai vostri auguri. Mi sento unito a voi nella celebrazione del mistero del Natale che ci sta tanto a cuore. Non possiamo restare indifferenti a questo mistero che ci riguarda da vicino. E’ per me, per te, per voi tutti che Dio si è fatto uomo, ha preso la natura umana con tutte le sue debolezze e tutti i suoi peccati per santificarci, per farci figli di Dio. E’ nell’esperienza di questa novità di vita che noi cristiani non possiamo rinchiuderci in noi stessi e vivere nel pessimismo.

Dio si è fatto uomo per donarci la sua vita, per vivere in ognuno di noi. Manifestiamo a coloro che ci sono “prossimi” la gioia del Natale. Tutto diventa più sopportabile quando contempliamo la nostra vita in questo mistero d’amore di Dio.
Per questo sento il coraggio di continuare la mia vita di donazione ai più poveri e dimenticati dal mondo: è proprio tra loro che posso comprendere e vivere nella gioia il mistero del Natale.

Domenica scorsa è stata fatta la votazione per il nuovo Presidente della Repubblica. Dai primi risultati sembra che sarà ancora lo stesso. (…).

La povertà è sempre grande e la speranza d’un avvenire migliore, qualche volta, si fa difficile, ma siamo sicuri che la nostra speranza cristiana non sarà mai senza risposta, perchè l’ultima parola della nostra storia umana sarà di Dio-Amore, e non dell’uomo.

Un abbraccio fraterno e riconoscente per la vostra amicizia, per la vostra preghiera e per il vostro aiuto.
Non vi dimentico…

 

Stiamo preparando un picccolo fascicolo su P.Sergio in occasione dell’anniversario (il 7 gennaio).
Vi invierò qualche copia. CIAO!

P.Marcello Sorgon
dal Madagascar

Sono vicino a ciascuno di voi con tanto affetto, vi sento tanto vicino. L’incontro, che abbiamo avuto a S. Donà presso le Suore, mi ha confermato ancora una volta la vostra bontà e il vostro desiderio di continuare a fare un pò di bene.