padre Marcello Sorgon, Natale 2008

Buon Natale 2008

Carissimi del Gruppo Missionario,

con grande affetto e riconoscenza vi porgo i miei migliori Auguri di Buon Natale e di Felice Anno Nuovo. Sapete bene quanto siete “cari” a noi missionari. Nessuno ci è tanto vicino nella nostra vita quanto voi che offrite parte del vostro tempo per aiutarci, sia con la preghiera che con la vostra attività. Vi sento tutti profondamente fratelli e sorelle nel Signore Gesù che in questo tempo di Natale contempliamo nella sua debolezza-piccolezza e povertà per amore nostro.

Come possiamo restare insensibili di fronte al mistero del Natale? Un Dio che si è fatto più piccolo e più debole di noi per donarci la sua vita divina! Attirati da questo mistero che riguarda tutta l’Umanità, non possiamo tacere: dobbiamo gridare al mondo la nostra gioia di avere un Dio con noi e per noi. E’ questa fede che ci dà forza e perseveranza per continuare la nostra opera missionaria. La vostra opera missionaria non è meno efficace della nostra, forse anche di più della nostra, perchè vissuta nel nascondimento, senza troppi segni di riconoscenza umana. Ma… Dio vede tutto! Aspettiamo da Lui la ricompensa. Per ora ci basti fare un pò di bene per far contento il Signore.
La mia attività è sempre tanta anche se ora ho due collaboratori. Cerco di spingere avanti i miei confratelli malgasci nel prendere le loro responsabilità, affinchè non ci siano problemi un giorno, quando mi sostituiranno pienamente. Sono prossimo, ormai ai 68 anni (1 gennaio ’09), ed è giusto che incominci a mettermi un pò da parte, per lasciare spazio ai più giovani.

Sto per terminare una grande Chiesa, di cui c’era urgente bisogno i questa zona in cui lavoro. La gente aumenta velocemente, il fervore per la preghiera è ancora buono, per cui cerco di favorire questo fervore con diverse iniziative. Piano piano sto costruendo un villaggio per i poveri, perchè la miseria è ancora tanta, ma questo non mi impedisce di vivere e di lavorare soprattutto come sacerdote per il bene delle anime.
Vi porto nel cuore soprattutto in questo periodo natalizio e domando al Signore che vi doni sempre la sua PACE.
Un augurio di bene e un abbraccio fraterno a ciascuno di voi.

Affmo P.Marcello Sorgon
dal Madagascar