Parrocchia comunità educante – guida alla parrocchia

Leggi la guida  /  Scarica la guida

Le radici del nostro presente sono certamente importanti. Per chi abita a San Donà o vi arriva, sono disponibili molti strumenti informativi circa il passato della città e della parrocchia.

Il presente fascicolo vuole raccontare quello che è oggi la parrocchia di S. Donà, descrivendone le strutture, le iniziative e i gruppi attivi che la animano. Il punto di vista che ha guidato l’organizzazione delle notizie è la fondamentale funzione educativa della comunità parrocchiale, che in mezzo a tanti cambiamenti e trasformazioni sociali sta emergendo come caratteristica propria della vita dei cristiani nella città. In altri tempi alla chiesa di base erano richieste altre funzioni, a volte anche di supplenza di fronte alle carenze della civica amministrazione, al punto che il ruolo dei suoi leader poteva apparire come guida indispensabile e indiscussa della vita non solo religiosa ma anche civile e politica della società.

Oggi, data la nuova situazione di effettiva minoranza all’interno di una società diventata plurale, il compito viene visto come emergente su un altro fronte, quello dell’impegno di animazione sociale, di promozione culturale, di centro di emissione di valori umani e cristiani. E’ un punto di vista che dà ragione della maggior parte delle attività della parrocchia e le collega abbastanza facilmente con il Vangelo del “già e non ancora”, del “dono e dell’impegno”, della “grazia e della responsabilità”.

La parrocchia è fatta di gente che abita accanto agli altri e ne condivide “le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce” (cfr. GS,1), per promuovere un mondo più giusto e più umano, mediante la grande novità del Vangelo che spinge e dà la possibilità di sperimentare “la vera fraternità in Cristo”. La parrocchia oggi si configura sempre più come uno spazio culturale sociale e religioso, nel quale c’è posto per tutti e per ciascuno: è importante scoprire il proprio carisma e metterlo a servizio degli altri.

Il gruppo redazionale si augura che per più di qualcuno questo opuscolo diventi un testo di facile consultazione, una specie di ‘vademecum’, per il rinnovamento dello stile di vita nella comunità sandonatese, nella prospettiva della condivisione e della partecipazione, e alla fine, della felicità sociale, naturalmente quella possibile nel tempo che ci è concesso in vista del futuro migliore.

d. Gino Perin

don Gino Perin