Pietro Sarubbi… da Barabba a Gesù

Pietro Sarubbi interprete di Barabba nel film The Passion di Mel Gibson«Barabba è simbolo della nostra civiltà, è l’uomo di cui Cristo prese il posto sulla croce, come se Cristo fosse morto per salvare lui, e quindi in lui si riassume l’umanità intera, salvata».

Barabba rappresenta l’uomo della nostra epoca, cinico e peccatore, che riceve lo sguardo illuminante da Cristo, ma necessita di tempo per capire, per comprendere il valore della grazia ricevuta e cambiare. Proprio come accadde a Pietro Sarubbi, scelto da Mel Gibson per il ruolo di Barabba nel film “The Passion”. Potremo incontrare nella nostra parrocchia proprio Pietro Sarubbi, giovedì 5 aprile alle ore 18 nel teatro dell’oratorio.

Come ci ha detto lui stesso: “L’incontro è un racconto di come è stato girato il film e di come attraverso questa esperienza io abbia avuto il mio percorso di conversione.” Degli stralci tratti dal film aiuteranno nella riflessione.

Sarubbi era lontano dalla fede, ma a 42 anni ha incontrato il Signore: “Recitando il personaggio di Barabba… ho avuto la fortuna di incrociare lo sguardo di Gesù”, ha raccontato in una intervista televisiva a TeleChiara.

Era il 2003, anno delle riprese di The Passion.

Come Gesù, anche Barabba ha un occhio completamente orbo: l’occhio sano del malfattore incrocia per una frazione di secondo l’occhio sano del Nazareno. “Quello sguardo mi ha sorpreso, incuriosito, spaventato, portandomi ad una totale conversione”, ha raccontato Sarubbi. Per l’attore inizia così una nuova vita che lo porta alla fede cattolica e ai sacramenti dell’iniziazione cristiana.

Per raccontare il suo cammino spirituale Sarubbi ha pubblicato due libri autobiografici: “La passione di Barabba” (Piemme, 2006) e “Da Barabba a Gesù” (Itaca, 2011). Nelle pause del suo lavoro di attore gira per le parrocchie, gli oratori e i centri giovanili di tutta Italia, per rendere la propria testimonianza di fede.