Preoccupazione nelle scuole dell’infanzia

I genitori delle scuole materne del Veneto denunciano l’ingiustizia che lo Stato perpetua nei confronti dei bambini che frequentano le scuole dell’infanzia paritarie, e chiedono con forza che vengano da subito ricuperate le somme tagliate (30% dei contributi del 2009 e congelamento del terzo quadrimestre del 2008). La loro protesta è stata è stata assunta e sostenuta anche dai vescovi del Triveneto che hanno fatto sentire la loro voce presso le forze governative, prospettando una sospensione delle scuole per alcuni giorni e il blocco delle iscrizioni per il prossimo anno.
Per questo la Fism (Federazione italiana scuole materne) ha promosso una raccolta di firme, realizzata anche nella nostra scuola, da mandare al Presidente del consiglio dei ministri, per chiedere la piena realizzazione della legge sulla parità scolastica, e così consentire il servizio necessario alle famiglie e vantaggioso anche per lo Stato.