Riscoprire la propria fede per donarla agli altri

Questo il messaggio che hanno vissuto e riflettuto i giovani animatori del nostro vicariato al Corso Base di Evangelizzazione proposto dall’Associazione Sentinelle del Mattino e che si è tenuto nello scorso mese di gennaio, da venerdì 18 a domenica 20 gennaio, presso la Casa Marina Don Bosco di Duna Verde.
 
Tale esperienza è stato voluta dal Coordinamento di Pastorale Giovanile Vicariale, a cui partecipano le principali associazioni cattoliche che operano con i giovani (Azione Cattolica, Amici Domenico Savio, Scout A.G.E.S.C.I. e F.S.E.), rappresentanti di altre agenzie educative e di servizi presenti nel territorio (insegnanti di religione, operatori S.E.R.T.) e il gruppo dei giovani sacerdoti del vicariato.
Si tratta di una proposta che arriva dopo quelle realizzate nei due anni scorsi nel tentativo di creare “rete” tra le varie forze vive della pastorale giovanile, allo scopo di leggere la situazione giovanile in atto per discernere e coordinare iniziative che possano rispondere alle esigenze attuali per la trasmissione della fede alle giovani generazioni. I corsi base di evangelizzazione hanno avuto inizio nella Diocesi di Verona nel 1998 per opera del Centro di Pastorale Giovanile.
 
È costituito da una parte più teorica e da una esperienza concreta di evangelizzazione alla fine e prevede almeno quattro incontri fondamentali: cambiare mentalità, lo stile di Gesù, cos’è il kerygma, il fine dell’evangelizzazione. A questi si aggiungono degli approfondimenti su “temi scottanti” e dei laboratori di evangelizzazione. Ogni incontro prevede dei momenti di preghiera, degli insegnamenti teologici e delle dinamiche di riappropriazione. Il partecipante non è mai uno spettatore passivo: il corso infatti mira a creare una mentalità aperta alla pastorale di strada, a rinvigorire la propria fede, a saper “rendere ragione della speranza che è in ciascuno di noi”.
 
Al corso hanno partecipato quasi 100 giovani educatori e animatori delle principali associazioni cattoliche presenti nel Vicariato di San Donà di Piave: della nostra parrocchia erano presenti quattro animatori dell’Azione Cattolica più altri giovani che frequentano gli scout A.G.E.S.C.I. La presenza è stata attenta e coinvolgente, grazie alla conduzione di Don Andrea Brugnoli fondatore dell’associazione, che ha suscitato sia domande che “consapevolezze” facendo comprendere che Gesù parla attraverso la nostra esperienza, che il Vangelo non è un libro ma è parola viva, e va letto in ciò che ti capita tutti i giorni. Non si è trattato quindi di un corso di primo annuncio!
 
Per i giovani e agli animatori che intendono diventare evangelizzatori dei loro coetanei è stata una proposta “forte”, che ha permesso di riflettere sulla propria fede imparando a testimoniarla in ogni ambiente di vita. La profondità delle riflessioni ha prodotto numerose risonanze in tutti i partecipanti (vedi testimonianza). R.R.

Testimonianza

“Il corso base di evangelizzazione è stata una bella esperienza prima di tutto perché c’è stata la collaborazione e la partecipazione di diversi gruppi associativi presenti in zona, dove spesso è difficile sentirsi un unico gruppo. Ho apprezzato i diversi temi proposti e le modalità con cui sono stati affrontati. Credo che sarebbe bello e proficuo se venissero ripresi in mano da ogni gruppo delle diverse associazioni presenti, per poterli concretizzare ognuno nella propria realtà, cercando di trovare prima di tutto delle risposte per noi stessi.

Credo infatti che riscoprire l’identità cristiana e la consapevolezza di dover essere preparati in quelli che abbiamo definito “temi scottanti” sia diventata oggi una necessità più viva che mai. Sicuramente questo richiede che ci mettiamo in discussione noi per primi e che la nostra presenza sia sentita “viva” all’interno della comunità, A noi il compito di essere evangelizzatori, ognuno a modo suo.” Nicola Z.