Sandonatesi in missione

“Chi siete venuti a cercare?” ha chiesto il Papa ai giovani riuniti a San Pietro il giorno dell’inaugurazione del loro Giubileo, nell’agosto scorso. La stessa domanda pone Gesù a Maria Maddalena, di fronte al sepolcro vuoto: “Perchè piangi ? Chi cerchi ?” (Gv 20, 15) per esortarla poi ad annunciarlo vivo e risorto. Gesù appare quindi ai discepoli e li saluta: “Pace a voi. Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi.” (Gv 20, 21)

L’esortazione evangelica “andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc 16, 15) è rivolta a tutti gli uomini della Terra, tutti con il medesimo diritto di avere la Pace del Cristo risorto, poiché Egli è mandato dal Padre per la salvezza di tutti. La dimensione della missionarietà, della testimonianza della fede donataci, è quindi imprescindibile per un cristiano.
Tra i cristiani vi sono anche coloro chiamati ad essere direttamente missionari “ad gentes”, ov-vero in luoghi dove esistono “popoli, gruppi umani, contesti socio-culturali in cui Cristo e il suo vangelo non sono conosciuti, o in cui mancano comunità cristiane abbastanza mature da poter incarnare la fede nel proprio ambiente e annunziarla ad altri gruppi” (Redemptoris missio, Gio-vanni Paolo II, 1990). Se la missione è operare per la pace e per la vita, in tutti i suoi aspetti, implica verso l’uomo un servizio totale, spirituale e materiale.
Dalla nostra terra sandonatese sono partiti molti di questi cristiani, con l’impegno di annunziare il Vangelo in terre lontane. Nel Duomo, presso l’altare di S. Antonio, è presente un dettagliato tabellone, curato daI “Gruppo Missionario P. Sergio Sorgon”, sul quale si può leggere la de-scrizione delle attività ed alcune lettere dei missionari sandonatesi sparsi in tre continenti.
Il Gruppo Missionario, nato nel 1981, svolge il prezioso servizio di contatto con la maggior parte di questi promovendo, oltre il sostegno economico e lo scambio epistolare, pure il ricordo e la preghiera, in particolare ogni primo giovedì del mese. Come altre esperienze di volontariato esistenti nella nostra città, il gruppo é aperto a chi volesse condividere il proprio tempo per questo servizio missionario.
Di seguito ricordiamo brevemente i numerosi missionari, religiosi e laici, sandonatesi, con un duplice motivo: sostenerli e magari coraggiosamente imitarli…
Iniziamo dall’America Latina, la tradizionale meta di missione.
In Equador si trovano: p. GIANCARLO ZANUTTO (nato a S. Dona’ il 12/9/1938), salesiano, attivo nella regione amazzonica dal 1962; p. SIRO PELLIZZARO (nato a Fiorentina il 9/7/1933), salesiano e p. ERNESTO BERNARDI.
Il Brasile ospita la maggior parte dei nostri mis-sionari: p. UGO MONTAGNER (nato a S. Donà l’11/5/1946), missionario diocesano dal 1978, tuttora nello Stato di Maranhão; p. GINO SORGON (nato a S. Dona’ il 25/7/1937), padre oratoriano di S. Filippo Neri, dal 1971 a San Paolo; p. FRANCESCO CIBIN (nato a S. Dona’ il 30/8/1940), salesiano, dal 1962 in Brasile, ordinato sacerdote nel Duomo di S. Dona’ nell’estate del 1974, attualmente opera a Salvador de Bahia; p. VINCENZO TONETTO (nato a Calvecchia il 28/10/1927), saveriano; sig. ANTONIO CIBIN (nato a S. Dona’ il 24/1/1942), coadiutore salesiano; p. CELIO MATTIUZZO (nato a Palazzetto il 31/1/1930); p. GUIDO BORTOLETTO, operante nello Stato di Paranà; suor MARIAROSA PELLIZZARO (nata a Fiorentina il 7/12/1938), operante a San Paolo; suor ANTONIETTA TARDIVO (nata a Fiorentina il 9/4/1937), operante a Cuiabà, nello Stato del Mato Grosso e la sig.ra BIANCA ROSSATO, appartenente alle Volontarie della Carità di Lucia Schiavinato.
In Cile sono presenti due fratelli missionari: p. GUGLIELMO (WILLY) TEKER (nato a S. Dona’ il 3/1/1945), salesiano il quale, dopo l’esperienza missionaria giovanile in Equador, è dal 1969 in Cile; p. SERGIO TEKER (nato a S. Dona’ il 2/8/1948), partito giovanissimo per l’Equador ed ordinato sacerdote nel Duomo di S. Dona’ nel dicembre 1978, attualmente gestisce una casa famiglia per l’accoglienza di bambini e ragazzi abbandonati ad Achao, nell’Isola di Chiloé.
L’altro grande Continente di presenza è l’Africa, dove attualmente troviamo quattro sandonatesi.
Nello Zimbabwe (ex Rhodesia) opera da qualche anno p. BRUNO ZAMBERLAN (nato a S. Dona’ l’1/1/1943), salesiano, ordinato sacerdote nella chiesa dell’Oratorio don Bosco di S. Dona’, nel 1971; è stato in missione per molti anni in Uruguay, prima di venire destinato al Continente Nero. In Madagascar vi sono: p. ITALO PADOVAN (nato a S. Dona’ il 27/4/1943), Carmelitano Scalzo, ordinato sacerdote a S. Dona’ nel giugno 1969, dal 1977 è tra i Malgasci, attualmente a Moramanga; p. MARCELLO SORGON (nato a Fiorentina l’1/1/1941), Carmelitano Scalzo, ordinato sacerdote a Roma nel 1967 e partito per il Madagascar nel 1973, attualmente è a Arivonimamo.
In Angola opera MARTINA BAROSCO (nata a S. Dona’ il 12/7/1972), volontaria laica dell’O.N.G. VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo); sta seguendo un progetto biennale (1999-2001) per la formazione di infermieri angolani nella capitale Luanda.
Infine riordiamo l’Asia, che accoglie un altro sandonatese, p. ROBERTO TONETTO (nato a S. Dona’ il 29/3/1962), salesiano, ordinato sacerdote a Treviso nel 1990, partito per Taiwan nel 1995, ed attualmente a Macao