Solidalmente n.3 anno 2011

Dall’editoriale di don Gino: “Nel trafiletto che presenta le finalità della S. Vincenzo a S. Donà, a pag 34 del numero speciale del foglietto parrocchiale di settembre scorso, si legge questa dichiarazione: “Nessun tipo di carità è estranea all’organizzazione”. E’ un’affermazione piuttosto impegnativa e va compresa bene… L’affermazione si riferisce alle dimensioni invisibili, spirituali, interiori, come i valori che danno significato alla vita, al lavoro, alla sofferenza, alla stessa morte. Questi beni non si trovano negli scaffali del banco alimentare o nel deposito del vestiario riciclabile: sono doni che partono dall’animo, dal cuore, dall’educazione, dalla fede di chi “fa la carità”. Allora per “ogni tipo di carità” si intende quella rivolta al corpo e quella destinata allo spirito, quella che offre il pane e quella che sostiene la speranza. I soci della S. Vincenzo sanno bene che è carità squisita anche quella che aiuta a scoprire o a ricuperare, mediante la fede, una gratificante relazione con la Persona più buona e più necessaria per la nostra felicità, che è il Signore, nostro padre e creatore.”

Scarica Solidalmente n.3 del 2011