SPE SALVI: la seconda lettera enciclica del papa sulla speranza cristiana

Pubblicata il 30 novembre, festa di S. Andrea apostolo, patrono della Chiesa ortodossa, come segno di attenzione ai cristiani orientali perché proseguano con noi il cammino della ricerca dell’unità. Il papa ricorda che nonostante il progresso materiale raggiunto dall’umanità e le grandi scoperte della scienza e della tecnica, solo Dio rimane la fonte della nostra vera speranza: il segno certo è il mistero che celebriamo a Natale, la venuta nella carne del suo Figlio Unigenito, Gesù nostro salvatore. Ci invita alla fine ad affidarci a Maria, Stella maris, stella di speranza nel mare della nostra vita, “lei che con il suo sì aprì a Dio la porta del nostro mondo, lei che diventò la vivente arca dell’alleanza, in cui Dio si fece carne, divenne uno di noi, piantò la sua tenda in mezzo a noi (Gv 1,14)”  (n. 49