Le nostre offerte per L’Aquila

L'AquilaUn anno fa L’Aquila e i paesi vicini venivano colpiti da un forte terremoto con numerose vittime.
In occasione dell’emergenza terremoto dalla parrocchia del Duomo di S. Dona sono stati raccolti €. 8.325.
Aggiunti a quelli di tutta la diocesi di Treviso si è formata la somma di €303.166 che, nella cassa della Caritas Nordest, hanno raggiunto la cifra di …
Leggi il seguito

Continuare la vicinanza verso i terremotati dell’Abruzzo

Governo, enti locali e volontariato sono in prima fila. Ma il commissario Bertolaso non dimentica il ruolo fondamentale dei parroci, ai quali dice: “siete indispensabili per la vostra mediazione con la gente”.
Fra le tante organizzazioni di ispirazione cristiana, la Caritas suggerisce e promuove i “gemellaggi” tra parrocchie. Sarebbe bello avviarne uno anche con S. Donà.
Leggi il seguito

Collette

Con la raccolta straordinaria per i terremotati dell’Abruzzo indetta dalla Cei in tutte le parrocchie d’Italia nella domenica 19 aprile scorso, abbiamo ottenuto la somma di € 8.325, già inviata alla caritas italiana via Caritas tarvisina.

La colletta quaresimale dei ragazzi, ha dato l’opportunità ai bambini della scuola materna e del catechismo di praticare un po’ di spirito di

Leggi il seguito

La Caritas Tarvisina a sostegno dei terremotati in Abruzzo

(comunicato Caritas Tarvisina del 7 aprile 2009)
Violente scosse di terremoto hanno colpito la zona dell’Aquila, causando morti, danni ingenti e decine di migliaia di sfollati.
Caritas Tarvisina accoglie l’appello di Caritas Italiana nel farsi prossima con la preghiera e con il sostegno materiale, valutando in questa prima fase le esigenze che emergono nelle comunità provate dal …
Leggi il seguito

Una Cena del Signore rigata dal pianto

Chiesa di Collemaggio L'Aquila: Cristo lava i piedi a PietroA L’Aquila i sacerdoti con il loro vescovo e la loro gente vivono oggi una “Cena del Signore” rigata dal pianto e così ancora domani mentre le loro mani si leveranno a benedire i morti e i vivi. Gesto, incomprensibile forse a qualcuno, che in questi giorni si sta ripetendo non come abitudine ma sempre nuova espressione di amore e
Leggi il seguito