Riflessioni e proposte sull’attuale situazione sociale della nostra città e territorio

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

DisoccupazioneNei primi incontri del nuovo anno pastorale 2012-2013 il Consiglio Pastorale Parrocchiale ha avviato una riflessione che scaturisce dalla lettura dell'attuale situazione sociale ed economica del territorio e in particolare della nostra città.

Altre informazioni sulla crisi sono state evidenziate nella tavola rotonda del 23 novembre organizzata dal Coordinamento della Caritas vicariale e dalle associazioni di volontariato con le associazioni di categoria dal titolo: "Crisi, povertà e disagio sociale, le Comunità del Basso Piave si interrogano".

Da più fonti si sono così raccolti dati concreti su lavoro, reddito, casa e situazioni varie di disagio, sulla base dei quali si sono proposti possibili interventi e soluzioni. (Le fonti sono il sindacato della Cisl, i Servizi sociali del Comune, il Comitato per l'Immigrazione del Veneto orientale, l'Ufficio statistico della Regione Veneto, relazione unitaria delle associazioni di volontariato).

Il quadro della situazione

La crisi produttiva e la pesante contrazione del prodotto interno lordo (PIL) dell'ultimo anno hanno trovato un immediato riflesso sul mercato del lavoro, ma non tanto in termini di caduta occupazionale, quanto invece in termini di un maggior ricorso alla cassa integrazione guadagni.

Nel Veneto l'occupazione tra il 2004 e il 2011 è aumentata del 6,7% (3,5% nella provincia di Venezia). Nel Sandonatese gli occupati sono aumentati del 9% tra il 2005 ed il 2008, per poi scendere del 4,9% nel 2009, che corrisponde ad una perdita di 2000 unità in un anno.

Leggi il seguito

La situazione economica e sociale del sandonatese

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Si riporta il testo completo della ricerca relazionata nella riunione del 12 novembre 2012 del Consiglio Pastorale Parrocchiale (CPP) dal dott. Francesco Brichese.

Premessa

Qual è la situazione economica e sociale del territorio sandonatese? Ci sono situazioni di "povertà"? In che modo la situazione è aggravata dall'attuale congiuntura?
Sono queste le domande che si è fatto il Consiglio pastorale della parrocchia del Duomo di S. Donà di Piave, alla ripresa delle attività dopo la pausa estiva, al fine di poter consapevolmente rivolgere ai fratelli più sfortunati una parola di partecipazione e di speranza.
Nel tentativo di dare risposta a queste domande, sarebbe ingenuo fare affidamento alle sole percezioni di senso comune, dal momento che non sempre la percezione dei fatti corrisponde alla loro reale dimensione.
Innanzitutto, non si può escludere che nel sandonatese non sussistano fenomeni di povertà [1]. Anzi, se come risulta dai dati del Rapporto Caritas 2012 ai centri di ascolto (cda) e ai servizi socio-assistenziali si rivolgono sempre più nuove categorie di poveri, è molto probabile che anche nel nostro territorio possano diffusamente esserci volti nuovi del disagio che tuttavia rimangono invisibili nel sommerso del vivere quotidiano.
Ci si riferisce alle storie di povertà degli italiani e a "situazioni di povertà estrema che coesistono tuttavia con una vita apparentemente normale, magari vissuta all'interno di una abitazione di proprietà".
Leggi il seguito

Riflessione delle Acli per il Natale 2010

Sarà per tutti un Natale di Speranza?

E' l'interrogativo che (particolarmente per noi cristiani e sandonatesi) con la nascita del Figlio di Dio ci dovremmo porre. Anche perchè ci dispiace che questo messaggio natalizio si fermi alle luci e all' idea dei giochi da ghiaccio.

Noi aclisti e incaricati a pensare a livello sociale, di fare proposte, anche per la nostra Forania, approfondendo il Vangelo di Matteo, in incontri mensili aperti a tutti, sul tema delle Beatitudini, ci interroghiamo sulle richieste di responsabilità internazionali e sui moti giovanili, che ci paiono “segni dei tempi”.

Il messaggio natalizio non può essere solo folkloristico e la sua attualizzazione non solo consumismo e luci.

Riflettendo insieme ci siamo posti di fronte alle parole del Patriarca Scola che parla di emergenza lavoro, giovani senza futuro e la sfida educativa, l'immigrazione

Leggi il seguito