Festa di San Giovanni Bosco e… di Bepi

Foto Dino Tommasella

 Ascolta l’omelia di mons. Enrico dal Covolo

San Giovanni Bosco, la cui festa liturgica è il 31 gennaio che quest’anno cade di venerdì, si è festeggiato solennemente in Duomo con la partecipata Messa delle 9.30: il 26 gennaio è anche la prima domenica della Parola, voluta da Papa Francesco.

Ha presieduto l’Eucarestia mons. Enrico dal Covolo, Vescovo salesiano …

Leggi il seguito

Festa di don Bosco 2016, con anniversario

La festa di San Giovanni Bosco cade di domenica in questo 2016. La Santa Messa in Duomo presieduta dal vescovo emerito di Gorizia, mons. Dino De Antoni, il corteo dal Duomo all’Oratorio con la Banda Don Bosco, i giochi e la recita dei ragazzi in Oratorio, il pranzo offerto dai Salesiani agli educatori e collaboratori, sacerdoti e religiosi, il …

Leggi il seguito

24 maggio

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
La statua di Maria Ausiliatrice dell'OratorioIn quest'anno 2015 nel giorno del 24 maggio, Festa di Pentecoste, vi sono almeno altre due ricorrenze.
Il primo avvenimento risale a duecento anni fa, quando Papa Pio VII istituì per questo giorno la Festa di Maria Aiuto dei Cristiani (Ausiliatrice).
Un secolo dopo, e quindi cento anni fa, questo giorno fu invece funestato dall'entrata in guerra anche dell'Italia.
Di seguito, si ricordano le due ricorrenze – di "segno opposto" – legate a questo giorno di primavera, con particolare riferimento alla nostra comunità.

Duecento anni fa veniva istituita per il 24 maggio la Festa di Maria Ausiliatrice

Papa Pio VII (1800-1823) rientrò dalla Francia a Roma, dalla prigionia voluta da Napoleone, il 24 maggio 1814. Il ritorno al libero esercizio del suo ministero pastorale fu attribuito all'intervento della Vergine Maria. Come segno di riconoscenza, il Papa volle istituire per quel giorno la Festa di Maria Ausiliatrice, con decreto di istituzione del 15 settembre 1815.
Leggi il seguito

Il 10 successore di Don Bosco all’Oratorio di San Donà

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Il rettor maggiore a San Donà di PiaveSabato 28 febbraio 2015, don Àngel Fernández Artime, a nemmeno un anno dalla sua elezione a decimo successore di Don Bosco, è stato in visita all'Oratorio. L'occasione per questo suo passaggio a San Donà è stata la tradizionale Festa dei Giovani di domenica 1 marzo al palasport di Jesolo Lido, in cui è stato l'ospite principale.

Ebbene, verso le 17 di sabato, don Àngel è arrivato in auto a San Donà da Mestre accompagnato dall'Ispettore don Roberto dal Molin e dal suo segretario, il confratello argentino don Orazio, "grande Il Rettor maggiore a San Donàamico di Papa Francesco", ha confidato lo stesso don Àngel.

Il cortile dell'Oratorio, come ogni sabato, era già brulicante dei ragazzi delle associazioni, riunitisi per il loro incontro settimanale, tutti accorsi verso l'auto bianca circondandola.

Sempre nel cortile c'è stato il saluto dei singoli salesiani della comunità di San Donà e del Parroco, mentre la Banda Don Bosco allietava la festa.

Sotto l'atrio d'entrata, su un piccolo palco, è seguita la consegna al Rettor Maggiore - da parte del Vicesindaco Luigi Trevisiol - del sigillo della città di San Donà; quindi la folla di ragazzi, giovani e adulti si è pian paino riunita nella chiesa dell'Oratorio per un momento di preghiera e saluto.
Leggi il seguito

La Festa di Maria Ausiliatrice… e l’anniversario di mons. Saretta

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
La statua di Maria Ausiliatrice con il Bambino Gesù in DuomoL'invocazione "Maria Ausiliatrice dei Cristiani" fu voluta dal Papa domenicano Pio V in seguito alla vittoria di Lepanto sui Turchi (1571), mentre la Festa di Maria Ausiliatrice fu istituita ufficialmente il 24 maggio da Papa Pio VII nell'anno 1815.
Ed è quello "curiosamente", proprio l'anno di nascita di San Giovanni Bosco, grande devoto dell'Ausiliatrice, come ricordato simbolicamente da una vetrata del Duomo di San Donà: vi è raffigurato Don Bosco tra i suoi ragazzi, con le rose di un suo celeberrimo sogno e... in alto Maria Ausiliatrice.
La vetrata del 1939 si trova al lato dell'altare della Madonna, rappresentata assieme al Bambino Gesù con la statua lignea regalata dal dott. Pietro Perin a mons. Saretta nel 1918.Ebbene, proprio 50 anni fa, il 24 di maggio 1964, l'Arciprete pastore di San Donà per 46 anni (1915-1961) fu per l'ultima volta nell'amato Oratorio in occasione della tradizionale processione mariana nel cortile.
Le cronache riportano che attendendo l'arrivo della statua sotto il porticato parlò della Vergine Maria "come poche volte aveva fatto". Così mons. Dal Bo ricordò ai funerali di Saretta quell'avvenimento:
Leggi il seguito

Festa dei Salesiani Cooperatori del Triveneto a San Donà

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Festa dei Cooperatori salesiani 2014All'Oratorio Don Bosco domenica 6 aprile 2014 si è tenuta la Festa dei Salesiani Cooperatori della "Provincia Veneta", che raggruppa i diversi centri (gruppi) del Triveneto.

Radunatisi da diversi luoghi di Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia-Giulia e Veneto, sono convenuti a San Donà di Piave circa 140 Salesiani Cooperatori per la loro giornata annuale di riflessione, confronto e... ovviamente festa! Mentre gli adulti erano radunati per i momenti di scambio, alcune mamme intrattenevano i bambini presenti con giochi ed attività in allegria.

Don Enrico Peretti, delegato provinciale salesiano, già direttore del nostro Oratorio (1998-2004) ed ora direttore dell'Istituto Salesiano San Marco di Mestre, ha condotto la riflessione del mattino. Ha introdotto l'intervento ricordando che don Bosco è il Santo della Pasqua: è infatti l'unico canonizzato il giorno di Pasqua (il 1° aprile ricorrevano gli 80 anni dell'avvenimento) e ha ufficialmente posto la sede dell'Oratorio nella Cappella Pinardi a Torino il giorno di Pasqua del 1846.

Leggi il seguito

Festeggiato p. Guglielmo Teker per il suo 40° di ordinazione sacerdotale

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
P. Willy (Guglielmo) TekerLo scorso agosto in Cile, dove vive dal 1969, p. Guglielmo Teker (originario di San Donà di Piave) ha festeggiato i suoi 40 anni di sacerdozio. Partito per l'Ecuador nel 1965, ancora giovane studente salesiano, ha poi completato gli studi ed è stato ordinato sacerdote a Santiago del Cile nel 1973.
In occasione dello scorso Natale ha inviato un biglietto al Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon" a ricordo dell'evento: "Carissimi... Vi ringrazio tanto delle vostre preghiere e del vostro generoso aiuto che è molto importante per la mia azione missionaria. Quest'anno ho compiuto 40 anni di sacerdozio missionario in Cile!"
Riportiamo di seguito un articolo tratto dalla cronaca della Scuola Agricola Salesiana di Catemu, dove p. Guglielmo (Willy) opera da più di 25 anni.

Catemu, domenica 18 agosto 2013

La presenza salesiana di Catemu nei suo diversi fronti di animazione si è vestita a festa questo venerdì 16 agosto, giorno di nascita di San Giovanni Bosco, per celebrare il 40° anniversario di ordinazione sacerdotale di p. Guglielmo Teker Botter, salesiano che vive in questa comunità da più di 25 anni, prestando il suo servizio di accompagnamento, animazione e ministero sacerdotale.
Leggi il seguito