Verbale del Consiglio pastorale parrocchiale di lunedì 14.01.2013

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

L'assemblea si riunisce alle ore 20.45 a Casa Saretta.

O.D.G.

• Preghiera.
• Per completare l'informazione circa le istituzioni di ispirazione cattolica presenti nella nostra parrocchia: il Piccolo Rifugio (Francesco Facci) e la scuola "Licei San Luigi" (Gabriella Zago).
• Una proposta per i prossimi incontri del Consiglio Pastorale Parrocchiale, collegando l'anno della fede e l'anniversario del Concilio con la testimonianza delle donne nel nostro territorio... l'argomento potrebbe essere provvisoriamente così formulato:
"La donna e la trasmissione della fede a 50 anni dal Concilio Vaticano II".
Proposte e riflessioni per aiutarci a conoscere e valorizzare quello che le donne fanno già: educano nella fede, testimoniano nella professione, sostengono la vita familiare... e individuare eventuali altre forme di presenza e di azione cristiana.
• Varie ed eventuali.

  •  Momento di preghiera preparato e condotto da Santina Fregonese.

  •  Don Gino dà il benvenuto alla prof. Gabriella Zago e presenta la nuova Presidente dell'AC parrocchiale Alessia Matiuzzo. Francesco ricorda l'infortunio occorso al fratello Paolo, che richiederà una convalescenza piuttosto lunga.  La prof.ssa Gabriella Zago relaziona su i "Licei San Luigi". Si tratta di un'opera di matrice cristiana, nata nel 1947 per volontà di mons. Saretta, al fine di promuovere la formazione umana e cristiana delle nuove generazioni, tramite le Suore della Riparazione. Si iniziò con la scuola media, la magistrale e infine il Centro di Formazione Professionale (CFP). Nel 1980 l'Istituto Magistrale prendeva il percorso del Liceo Linguistico. Nel 1991 il Liceo Pedagogico sostituiva l'istituto Magistrale. Nel 1993 il Liceo Linguistico diviene "Liceo Linguistico Europeo". Seguono gli anni della crisi. Il calo delle vocazioni religiose ha influito per l'aumento dei costi, con l'aumento dei docenti laici. Le Suore tentarono di resistere per mantenere comunque aperta la scuola, ma poi venne la decisione di lasciare la suola più onerosa, cioè il Liceo, per gestire il CFP. Allora un gruppo di insegnanti e genitori costituirono una cooperativa (oggi è una ONLUS) per gestire il Liceo Linguistico la cui sede per dieci anni – a partire dal 2000 – è stata ad Eraclea, presso la vecchia scuola del paese. La cooperativa fece un mutuo per il rinnovo e la messa a norma dei locali. Quindi con varie difficoltà economiche si è avviata e gestita l'attività, pur mantenendo le rette più basse possibile, per dare la possibilità di frequenza al maggior numero di giovani. Tutti gli allievi che erano iscritti a San Donà vennero ad Eraclea. La Provvidenza ci ha aiutato tramite contributi privati. L'amministrazione è stata molto sobria (es. non ci sono i bidelli e i servizi sono gestiti in prima persona).

Leggi il seguito

l’AIART presenta il programma sociale 2012-2013

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd"> aiartL'AIART Territoriale ha presentato alle Associazioni aperte allo sviluppo integrale della persona il programma sociale 2012 – 2013.
Pubblichiamo la prolusione della presidente prof. Gabriella Zago.

Associazione Spettatori AIART
Provincia di Venezia
Gruppo territoriale di San Donà di Piave
Via Eraclea 40 - Tel/fax: 0421 43 247
Relazione 30.09.2012
Per COMPRENDERE il significato e l'attività dell'AIART è necessario fare riferimento alle realtà in cui viviamo, "società dell'informazione", deriva quello che nasce innanzitutto in ambito socio–economico per descrivere la transizione che ha avuto inizio nel secolo scorso verso un nuovo tipo di società, non più basata prevalentemente sull'industrializzazione ma su una economia della conoscenza.
"Nella società dell'informazione il sapere, inteso come capacità di riqualificazione, circolazione e diffusione delle informazioni, rappresenta un fattore sempre più rilevante e determinante rispetto a un contesto di competizione globale".
Questa trasformazione porta con sé tutta una serie di questioni circa il potere dell'informazione e di chi effettivamente lo detiene, circa, ancora, gli obiettivi che vengono perseguiti e l'accesso all'informazione in una società della conoscenza. Si tratta di questioni che hanno anche un rilievo etico.
Leggi il seguito

Trentennale AIART: La comunicazione nell’era dei ciberspazi

Locandina incontro AIARTIl Gruppo territoriale dell'Aiart di San Donà di Piave festeggerà, il prossimo 18 marzo, il trentennale della sua fondazione, con un convegno dal suggestivo titolo "La comunicazione nell'era dei ciberspazi". L'incontro si terrà alle ore 20.30 presso il Centro culturale "Leonardo da Vinci di San Donà di Piave.
Alla manifestazione celebrativa parteciperà anche il presidente nazionale, Luca Borgomeo, che concluderà i lavori, aperti dalla presidente provinciale dell'Aiart di Venezia, prof.ssa Gabriella Zago.
L'incontro, patrocinato dall'Assessorato alla Cultura di San Donà di Piave, vedrà alternarsi sul palco due illustri relatori: il prof. Massimiliano Padula, docente della Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium", che parlerà sul tema "Panorama antropologico e geografie umane dei ciberspazi. Le sfide culturali sottese" e padre Stefano Albertazzi, monaco della Comunità dei Figli di Dio di Firenze, che farà un intervento sul tema "La comunicazione interiore nel frastuono della società odierna".
L'Associazione Spettatori Aiart, acronimo di Associazione Italiana Ascoltatori Radio e Televisione è una ONLUS fondata nel 1954 per iniziativa dell'Azione Cattolica. La sua finalità primaria è l'affermazione, nel campo della comunicazione, delle dignità e dei diritti delle persone, della famiglia e della gioventù.
In sintesi, essa si propone di raggiungere questo obiettivo favorendo una lettura critica dei media e l'utilizzo prudente delle nuove tecnologie formando gli utenti e gli educatori nella scuola, in famiglia e nelle associazioni culturali.
Leggi il seguito