La chiesetta “Vidussi” non è sconsacrata

Chiesetta Vidussi in Via AquileiaAnche per questo non potrà essere usata per celebrare matrimoni civili per conto del comune, come qualcuno sembra auspicare per il prossimo futuro.

Sarebbe una vera e propria speculazione collocare la laicità della scelta del rito civile, celebrato fuori della chiesa come presa di distanza dal valore religioso cristiano, in una cornice impropriamente religiosa, magari per addolcire il rammarico di …

Leggi il seguito

La flessione dei matrimoni religiosi: il commento di don Gino Perin e di don Flavio Gobbo

Calo dei matrimoni religiosiAnche a San Donà la situazione nel 2010 ha visto una notevole flessione dei matrimoni religiosi, che negli ultimi anni sono in calo di una percentuale doppia rispetto ai matrimoni solo civili.

Commentando questo andamento in uno degli ultimi numeri del foglietto parrocchiale, il parroco del Duomo di San Donà di Piave, don Gino Perin, scrive: “E’ sempre più …

Leggi il seguito

Circa il matrimonio solo civile

matrimonioE’ sempre più frequente sentire che una coppia ha scelto di celebrare il matrimonio in comune perché uno dei due non può più sposare in chiesa in seconde nozze, anche se lo vorrebbe ritenendosi seriamente credente, oppure che si va in comune perché dalla convivenza è nato un figlio e si vuole intanto regolarizzare la posizione civile per lui.…

Leggi il seguito

Il matrimonio solo civile

matrimonio civile“Nei confronti dei cristiani che vivono in questa situazione e che spesso conservano la fede e desiderano educare cristianamente i loro figli, i sacerdoti e tutta la comunità devono dar prova di una attenta sollecitudine affinché essi non si considerino come separati dalla chiesa, alla vita della quale possono e devono partecipare in quanto battezzati.”

Il Catechismo della chiesa

Leggi il seguito

Anche da noi i matrimoni civili vanno aumentando

matrimonioIn questi ultimi sei anni, dal 2003 al 2008, i matrimoni celebrati nel nostro comune sono stati complessivamente 805, di cui 326 con il solo rito civile (pari al 40,5%) e gli altri 479 con il rito concordatario (= matrimonio religioso con effetti civili).
Nel 2003 la percentuale dei civili era del 36,7, nel 2006 del 43,2 e …
Leggi il seguito