Accoglienza dei rifugiati: ecco il vademecum per le parrocchie

fonte: Chiesa Cattolica Italiana

Papa Francesco ha chiesto: “alle parrocchie, alle comunità religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta Europa” di “accogliere una famiglia di profughi”.

accogliere i rifugiati e i richiedenti asiloEcco il Vademecum approvato dal Consiglio Permanente con una serie di indicazioni pratiche per le diocesi italiane e le parrocchie circa l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati.

La Chiesa italiana, già in prima …

Leggi il seguito

Lettera dei Vescovi di Treviso e Vittorio Veneto ai cristiani e agli uomini e donne di buona volontà delle loro diocesi

Fratelli e sorelle carissimi,

già da qualche anno al territorio delle nostre due diocesi, come del resto a tutto il nostro Paese, è chiesto di offrire accoglienza ad un certo numero di “migranti forzati”, tra i quali vi sono richiedenti asilo, rifugiati e migranti economici, costretti (pagando ed indebitandosi) a partire, in particolare, dalle coste libiche. Ad oggi, in provincia …

Leggi il seguito

Un mare di morti e le nostre coscienze

Riflessione del direttore dell’ufficio diocesano Migrantes, don Bruno Baratto.

“Novecento (forse). E altri novecentocinquanta dall’inizio dell’anno. Numeri di morti. Che cancellano volti storie vite”: è l’inizio della riflessione che don Bruno Baratto, direttore dell’ufficio diocesano Migrantes, propone in prima pagina della Vita del popolo. Il settimanale diocesano di domenica 26 aprile, infatti, dedica la copertina ed ampio spazio all’interno alla …

Leggi il seguito

Giornata del migrante e del rifugiato: per una cultura dell’incontro

Domenica 18 gennaio è la 101sima giornata del migrante e del rifugiato.
Forse non abbiamo molta voglia di sentirne (ancora) parlare. Pensiamo magari di aver già ben chiaro in testa tutto quanto ci serve su questi temi. Da parte mia sono convinto che dovremmo continuare ad informarci, senza accontentarci di slogan gridati o di passaggi superficiali al telegiornale. Ma qualsiasi …
Leggi il seguito

“Non perdiamo la capacità di piangere per tante vite derelitte e tante speranze spezzate”

Il Vescovo alla veglia di preghiera in ricordo dei migranti vittime dei naufragi invita a lasciarci scuotere
Fonte: Sito diocesi di Treviso

Il brano della chiamata di Abramo fa da filo conduttore alla riflessione del Vescovo durante la veglia di preghiera, venerdì 3 ottobre, in memoria delle vittime del terribile naufragio di un anno fa al largo di Lampedusa, quando …

Leggi il seguito

Intervento dei direttori degli Uffici Migrantes del Triveneto

«Stupore» e «dissenso per il linguaggio usato in questi giorni da personaggi che rivestono un ruolo pubblico», e l’invito «a ricordare l’appello di Papa Francesco al rispetto e alla responsabilità verso i migranti che, proprio nella stagione estiva, arriveranno ancora sulle coste italiane”.

A esprimerli sono i direttori degli Uffici Migrantes della Conferenza Episcopale Triveneto e il vescovo delegato monsignor

Leggi il seguito

Rosarno un anno dopo

Un anno dopo la rivolta di Rosarno poco è cambiato nella piana di Gioia Tauro.

Ricominciata la stagione degli agrumi i braccianti stranieri sono ricomparsi. Si mettono ai bordi delle strade, quando ancora è buio, in attesa che i “caporali” li portino a fare giornata. Riempiono cassette di arance e mandarini da mattina a sera per pochi euro, fino a …

Leggi il seguito

La messa dei popoli

Domenica 10 gennaio. Mancavano i simpatici tamburi dei nigeriani con i loro canti festosi (erano stati a Treviso qualche giorno prima per la festa dell’Epifania). Ma ha svolto brillantemente il suo servizio il coro dei romeni, accompagnati da due sacerdoti concelebranti don Giovanni di rito latino e don Catalin di rito greco-bizantino.
Alla preghiera dei fedeli sono intervenute sette …
Leggi il seguito

Giornata del migrante e del rifugiato

foto del diario e degli oggetti appartenuti a Zaher Rezai (dal gazzettino.it)Domenica 18 gennaio è la giornata mondiale del migrante e del rifugiato.

“Se un giorno in esilio la morte deciderà di prendesi il mio corpo
Chi si occuperà della mia sepoltura, chi cucirà il mio sudario?
In un luogo alto sia deposta la mia bara
Così che il vento restituisca alla mia Patria il mio profumo”
“Non so ancora quale

Leggi il seguito

Volontari per insegnare l’italiano

Gli stranieri che sono tra noi chiedono aiuto per imparare la nostra lingua. L’offerta delle scuole del territorio è limitata, perciò si sono attivate alcune organizzazioni sociali per organizzare corsi ‘interassociativi’ gestiti da volontari. Una affollata assemblea si è tenuta sabato pomeriggio otto novembre nei locali della parrocchia del duomo, dove sono state raccolte le iscrizioni e sono stati …
Leggi il seguito