Un’esperienza di spiritualità per tutte le età: Emmaus e Tiberiade

Il 15 e 16 marzo scorsi, sei giovanissimi della nostra parrocchia hanno partecipato all’esperienza di spiritualità Emmaus, un particolare momento di riflessione e ascolto di Gesù per i 14-15enni proposto dal settore giovani di AC a livello diocesano in sedi separate per maschi e femmine. Le attività e le riflessioni sono state guidate dal brano del Vangelo di Matteo che quest’anno accompagna la nostra associazione. “Siamo contente – è stato un commento delle ragazze – perché abbiamo avuto tempo per pensare a noi stesse e a come Gesù ci guarda”. Alternando infatti momenti di serena riflessione personale e condivisione in gruppo, i giovanissimi hanno sperimentato che ascoltare e rinnovare la risposta all’invito di Gesù a partecipare al suo banchetto, significa farsi accogliere e guardare da Gesù, che va dritto al cuore e non si lascia influenzare dai dubbi e dalle insicurezze tipiche degli adolescenti.

Anche i più piccoli hanno vissuto un momento di spiritualità e incontro con il Signore, pensato a misura della loro età. Sabato 5 aprile i ragazzi dalla prima elementare alla seconda media hanno sperimentato l’esperienza di Tiberiade, che si è svolta a livello parrocchiale presso Casa Saretta. In questa giornata i ragazzi, suddivisi tra loro secondo l’età, hanno cercato di fare qualche passo in più nel loro cammino di Fede e di conoscenza di Gesù e della sua Parola facendo propri atteggiamenti di ascolto, fiducia, gratitudine, generosità e perdono.

Non dimentichiamoci poi dei nostri adulti: due di loro, Luca e Ginetto, hanno infatti partecipato agli esercizi spirituali che si sono tenuti a febbraio presso il Centro di spiritualità “Don Paolo Chiavacci” a Crespano del Grappa.