Volontari per insegnare l’italiano

Gli stranieri che sono tra noi chiedono aiuto per imparare la nostra lingua. L’offerta delle scuole del territorio è limitata, perciò si sono attivate alcune organizzazioni sociali per organizzare corsi ‘interassociativi’ gestiti da volontari. Una affollata assemblea si è tenuta sabato pomeriggio otto novembre nei locali della parrocchia del duomo, dove sono state raccolte le iscrizioni e sono stati preordinati cinque corsi in diverse sedi: Sportello Migranti, via Girardi 23 – Spi Cgil, vic. Nuovo 63 – Anteas Cisl, via Calnova 68 – Uciim c/o Parrocchia S. Giuseppe – Auser, via Turati.
Nel contesto di una propaganda che più o meno apertamente alimenta la diffidenza, questo fatto dà un segnale forte in senso contrario, cioè nel senso dell’accoglienza e della solidarietà, valori di matrice cristiana, da sempre presenti nella nostra cultura veneta. Per l’occasione è stato distribuito un interessante opuscolo preparato dal Ministero dell’Interno, come guida all’immigrazione, dal titolo “In Italia, in regola – Staying in Italy legally”.