Zero Poverty

zero povertyNell’anno Internazionale contro la povertà e l’esclusione sociale, la Caritas diocesana con tutte le Caritas d’Europa, è  impegnata ad agire contro la povertà per realizzare gli obiettivi del millennio solennemente sanciti nell’Assemblea dell’ONU del 2000.

La Caritas chiede a tutti i fedeli un gesto simbolico. Una firma per sottoscrivere la Petizione che le Caritas  rivolgono agli Stati e ai Governi dell’Unione Europea a sostegno degli obiettivi del millennio, è  stata raccolta al termine della grande processione della Madonna del colera.

Il testo della  Petizione integrale viene consegnato presso i banchetti di raccolta firme che saranno allestiti  alle porte delle chiese. E’ richiesto inoltre di compiere, nei tempi e luoghi da stabilirsi, il gesto di alzarsi in piedi (STAND UP), particolarmente rivolto ai giovani,  tutti insieme contro la povertà. Questo gesto simbolico in questi giorni (specie il 17 ottobre)  si svolgerà in tutto il mondo, a significare la volontà universale di respingere e ridurre in tutte le nazioni le aree della povertà, allargando l’accesso alla dignità propria dell’ essere umano.

Nell’Unione Europea sono 79 milioni i cittadini sotto la soglia di povertà; 23,5 milioni vivono con meno di 10 euro al giorno; un bambino su 5 è a rischio povertà: la campagna intende chiedere alle istituzioni comunitarie e nazionali l’impegno entro il 2015 ad eliminare la povertà infantile in Europa, ad aumentare del 50% gli alloggi popolari e potenziare la fornitura di servizi sociali e sanitari, a diminuire del 5% la disoccupazione e garantire a tutti un livello minimo di protezione sociale.